Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Tarquinia, martedì consiglio comunale: all'ordine del giorno la Ztl in centro

Anna Maria Vinci
  • a
  • a
  • a

Consiglio comunale straordinario fissato per martedì 7 luglio alle ore 15.00. Commissariamento dell’Università Agraria e Ztl i punti infuocati All’ordine del giorno. Il Consiglio sarà fruibile on line, ma sarà anche consentito l’accesso alla sala consiliare a 20 cittadini, muniti di mascherina. Un consiglio straordinario questo richiesto dalla minoranza sulla questione spinosa della Ztl che ha visto raccolta di firme per il suo annullamento, petizioni e proteste.  Altro punto importante all’Ordine del giorno è la mozione del consigliere d’opposizione Maurizio Conversini relativa alla richiesta di Commissariamento dell’Università Agraria. Un consiglio che inizierà alla ore 15.00 ma che si pensa durerà fino a tarda sera visti gli importanti punti all’Odg.  Mentre i consiglieri di minoranza facendosi portavoce di numerosi cittadini e commercianti chiedono la revoca della Ztl nel centro storico, un provvedimento questo costato ai cittadini, visto che le richieste sono circa 2500 la nuova Ztl va a sottrarre ai cittadini oltre 100mila euro, in un periodo già economicamente disastroso.  

Al punto 13 c’è anche la richiesta da parte di alcuni esponenti della minoranza di  “Modifica viabilità via vecchia della stazione”, provvedimento anch’esso che ha generato non poche proteste . Non si sa poi se si parlerà anche della chiusura del litorale a fasce orarie, che ha scatenato indignazione da parte di numerosi esercenti degli stabilimenti balneari. Sulla ZTL c’è anche la richiesta di modifica del dottor Riglietti. Sul Lido vi sarà anche un punto all’ordine del giorno che riguarderà l’emergenza Covid  e la fruibilità del litorale per  i turisti. Al punto 9 dell’Odg sarà invece discussa  la disciplina ed utilizzo degli impianti di videosorveglianza e fototrappolaggio - Approvazione modifiche e nuovo testo. Altra mozione presentata da Maurizio Conversini riguarda il completamento della Strada Statale 675 Umbro-Laziale (SS 675)”, Conversini e il suo movimento propongono al consiglio l’alternativa del tracciato “Viola” a quello “Verde”, “Il tracciato viola – riferive Conversini – risulta meno impattante e non taglia fuori Tarquinia.”.