Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Droga, minacce e intimidazioni sul litorale pontino: "Chi vuole morire stasera?"

Operazione dei carabinieri

  • a
  • a
  • a

 "Vediamo chi di voi vuole morire stasera, ancora non avete capito che dovete chiudere? Ancora state aperti? Scassate tutto, scassate tutto". Queste le minacce riferite durante uno dei raid del gruppo criminale smantellato oggi nell’operazione dei carabinieri di Formia, coordinati dalla Dda di  Roma, e avvenuto a Scauri in una pizzeria del litorale pontino. Nel corso del raid un dipendente della pizzeria era stato compito in faccia con il calcio di una pistola.  

Questo è solo uno degli episodi riportati nell’ordinanza del gip Ezio Damizia che si inserisce "nell’ambito di una serie di aggressioni reciproche che vedevano contrapposti alcuni gruppi rivali, di nuovo in lotta tra loro per il controllo del mercato della droga a Minturno, compresa la frazione di Scauri, Formia, Gaeta e comuni limitrofi". Dalle indagini è emerso come "tutti i gravi episodi criminali - scrive il gip - sia quelli già avvenuti sin dall’anno 2015 fino a quelli nuovi del marzo 2018, dessero conto di come nell’area operasse il gruppo criminale riferibile agli Scotto con l’obiettivo strategico di acquisire il controllo del traffico di stupefacenti ponendo in essere anche azioni violente sia per affermarsi sul territorio eliminando la concorrenza, che per ottenere il pagamento delle partite di stupefacente ceduto di volta in volta ai vari soggetti inseriti o meno nel sodalizio".