Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Roma, ai domiciliari presta abitazione per nascondere droga e armi: in manette

Arrestato dai carabinieri

E' stato scoperto dai carabinieri di Tor Bella Monaca

  • a
  • a
  • a

I carabinieri della stazione di Roma Tor Bella Monaca hanno arrestato nuovamente un 30enne romano, già sottoposto al regime degli arresti domiciliari, per reati commessi in materia di stupefacenti. L’uomo, incurante della misura cautelare a cui era sottoposto, da giorni aveva dato vita ad uno strano via vai di persone, provenire dalla sua abitazione di via dell’Archeologia, terminato la scorsa notte quando, i Carabinieri hanno deciso di far scattare un blitz. Una volta all’interno dell’appartamento, i militari hanno scoperto che l’abitazione del 30enne, veniva usata, per quella che in gergo si chiama «retta», cioè una sorta di servizio di custodia di stupefacenti e armi, rinvenendo: una busta di cellophane con all’interno 140 involucri di cocaina e una pistola modello Smith & Wesson, calibro 38 special, con caricatore inserito e 5 cartucce all’interno, risultata denunciata rubata anno fa.

Il 30enne dopo l’arresto è stato sottoposto al rito direttissimo, dove il Giudice ha convalidato l’arresto e ha disposto la custodia cautelare in carcere per 6 anni. Poco più tardi sempre i Carabinieri della Stazione Roma Tor Bella Monaca, hanno denunciato in stato di libertà, un 27enne romano, senza occupazione e con precedenti, per resistenza a pubblico ufficiale. Fermato per un controllo l’uomo si è opposto al controllo dei militari con spintoni e calci. Una volta bloccato l’uomo è stato perquisito dai carabinieri ed è stato trovato in possesso di una ingiustificata somma di denaro contante, pari a 3510 euro. I militari hanno sequestrato l’intera somma ed hanno fatto scattare la denuncia in stato di libertà per il 27enne.