Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Made in Italy: Ancot, bene proposta Aepi per istituzione ministero

default_image

AdnKronos
  • a
  • a
  • a

Roma, 14 feb. (Labitalia) - La confederazione Aepi (Associazione europea dei professionisti e delle imprese) ha promosso e presentato la proposta di legge per l'istituzione di un ministero del made in Italy a supporto, tutela e promozione delle eccellenze. Il presidente dell'Associazione nazionale consulenti tributari (Ancot), aderente ad Aepi, Celestino Bottoni, ha sottolineato l'importanza della proposta, "che, da un lato, riconosce al made in Italy il ruolo chiave di elemento trainante dell'immagine dell'Italia nel mondo e volano di crescita economica per le aziende, dall'altro, ne suggerisce un vero potenziamento, attraverso la richiesta di una regia unica per coordinare gli sforzi operativi delle nostre realtà imprenditoriali, della quale beneficerebbero tutte le aziende che fanno del prodotto italiano il loro punto di forza, a partire dalle piccole e medie imprese". Aepi è già pronta a un lancio a livello internazionale, con l'inaugurazione, il 17 febbraio, di una sede a Bruxelles, accompagnata il giorno successivo dalla tavola rotonda al Parlamento europeo 'Il #Madeinitaly in Europa è un'opportunità per le imprese italiane', alla presenza del vicepresidente Fabio Massimo Castaldo. Inoltre, il 5 marzo la Confederazione terrà a Roma la sua prima conferenza programmatica, in linea con i temi anticipati della proposta di legge. Primi firmatari della proposta di legge Aepi sono: Forza Italia Mariastella Gelmini, Partito Democratico Luca Lotti, Lega con Salvini Gian Marco Centinaio, Italia Viva Cosimo Ferri, Fratelli d'Italia Fabio Rampelli, Gruppo Misto Nci-Usei Alessandro Colucci.