Il buon pastore

Il buon pastore

26.04.2015 - 15:02

0

“Io sono il pastore, quello buono: il pastore, quello buono, si spoglia della propria vita per le pecore”. Inizia così il piccolo brano del Vangelo di Giovanni (10,11-18) che leggiamo nella quarta domenica di Pasqua. Questa espressione "spogliarsi della vita..." ritorna cinque volte in questi pochi versetti per esprimere evidentemente tutto il senso dell'esistenza di Gesù e della sua missione. Certamente allude alla Croce, ma riguarda ogni attimo della sua vita: tutto di lui è un dono, uno spogliarsi di sé per fare della sua, una vita "deposta" per le pecore.
Già nell'Antico Testamento Dio si è presentato come il pastore che guida, sostiene il popolo nel suo cammino. Come mai sceglie proprio questa figura? Prima di tutto, al tempo di Gesù i pastori in Israele erano veramente tantissimi, quindi tutti ne conoscevano qualcuno di persona e molti avevano fatto il pastore almeno per un periodo della propria vita. Poi, da Abramo in avanti, per tutto il tempo in cui il popolo d'Israele aveva vissuto da nomade, la sua unica ricchezza era stata proprio la pastorizia. Se leggiamo il libro della Genesi, vediamo che tutti i patriarchi, Abramo, Isacco e Giacobbe, erano pastori ed anche Mosè, prima di incontrare il Signore nel Roveto ardente, aveva vissuto da pastore. Non possiamo dimenticare il giovane Davide che, quando viene scelto come futuro Re d'Israele, tornava dai pascoli, insieme alle greggi del padre. Ed infine c'è la voce antica dei profeti, che avevano preannunciato un Re Pastore, cioè un sovrano che avrebbe avuto cura con amore del suo popolo, così come fa un pastore con il suo gregge. Chi ascoltava parlare il Rabbi di Nazareth.
"Conosco le mie e le mie conoscono me": non si tratta di astratta conoscenza teologica, ma di relazione intima, personale. Si tratta di "conoscere", "sperimentare" l'Amore come elemento essenziale costitutivo dell'esistenza umana. Si tratta di entrare nella relazione d'Amore che lui, il pastore buono, fa gustare alle pecore, che è così profonda, così intima perché è quella che il Padre fa conoscere al Figlio: ci introduce nell'intimità della sua esperienza di relazione filiale con il Padre, la fonte dell'Amore che diventa la sua vita, che non può trattenere per sé, ma che egli offre come pastore per le pecore. E ci parla del dono di sé fino alla Croce, estremo segno della disponibilità a lasciare che la sua vita si realizzi tutta nella relazione unica con Dio come un'onda incontenibile che dal Padre arriva al Figlio e attraverso Lui giunge a tutti gli uomini, al mondo intero.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Uno zoo chiama "Covid" la neonata cucciola di tigre

Uno zoo chiama "Covid" la neonata cucciola di tigre

Città del Messico, 7 apr. (askanews) - Una cucciola di tigre nata durante la quarantena all'Africa Bio Zoo di Cordoba, nello Stato messicano di Veracruz, è stata chiamata "Covid". Un nome - ha spiegato lo staff che vuole essere un segno di speranza nella battaglia contro il virus, il quale, anche se letale, ha obbligato la gente a "rivedere" molte cose. "É un virus che è venuto per insegnarci a ...

 
Coronavirus, i viaggi della morte degli agnelli non si fermano

Coronavirus, i viaggi della morte degli agnelli non si fermano

Roma, 7 apr. (askanews) - Mentre l'Italia si ferma e le attività abbassano le serrande, continuano i viaggi da incubo di agnelli provenienti da molti Paesi d'Europa e diretti verso i macelli italiani. La denuncia di Animal Welfare Foundation (AWF), Ente Nazionale Protezione Animali (Enpa) e Animal Equality (AE), che gettano luce sui retroscena di un business che ha un'impennata proprio in vista ...

 
Coronavirus, Pechino annuncia: zero morti e zero contagi in Cina

Coronavirus, Pechino annuncia: zero morti e zero contagi in Cina

Milano, 7 apr. (askanews) - afp di oggi delle 10.47 + volendo riprese aeree di Wuhan delle 10.28 di oggi Milano, 7 apr. (askanews) - La Cina, primo paese in lockdown e tra i più colpiti dal coronavirus, non ha riportato nuovi decessi nelle ultime 24 ore per la prima volta da quando ha iniziato a pubblicare le statistiche sul virus. Nessun nuovo caso, se non quelli "importati" (che sarebbero 32) e ...

 
Vasco Rossi e la solitudine: "E' una necessità". E la celebra con il suo struggente Siamo Soli
Musica

Video Vasco e la solitudine: "E' una necessità". E la celebra con Siamo Soli

In un periodo difficile come quello che stiamo vivendo, in piena quarantena forzata da Coronavirus, non può mancare un pensiero sulla solitudine. Una riflessione fatta anche da Vasco Rossi che poi come spesso esterna sui suoi profili social. "La solitudine è una componente della vita, anche della mia - scrive il Comandante sopra una sua foto - Quando si cresce... quando si diventa adulti... ...

 
Vasco Rossi e la solitudine: "E' una necessità". E la celebra con il suo struggente Siamo Soli

Musica

Video Vasco e la solitudine: "E' una necessità". E la celebra con Siamo Soli

In un periodo difficile come quello che stiamo vivendo, in piena quarantena forzata da Coronavirus, non può mancare un pensiero sulla solitudine. Una riflessione fatta anche ...

07.04.2020

Elettra Lamborghini, super assist al tutorial sulle mascherine del chirurgo Alessandro Gasbarrini Video

Social

Video Elettra Lamborghini, super assist al tutorial sulle mascherine del chirurgo

Super assist di Elettra Lamborghini per Alessandro Gasbarrini. Lei non ha bisogno di presentazioni, chi non conosce la cantante ed ereditiera regina del twerking? Lui è ...

07.04.2020

Grande Fratello Vip 4, Antonella Elia dopo l'incidente si abbandona con il ballo anni Ottanta. Cosa fa Video

Reality

Grande Fratello Vip 4, Antonella Elia dopo l'incidente si abbandona con il ballo anni Ottanta. Cosa fa Video

Una caduta rovinosa, inseguita negli scherzi a suon di gavettoni. L'intervento del medico dopo aver battuto la testa a terra. Ma adesso sembra in buona forma. Antonella Elia, ...

07.04.2020