Aiutiamo chi soffre vicino a noi, non solo chi è lontano

Aiutiamo chi soffre vicino a noi, non solo chi è lontano

23.11.2014 - 15:06

0

Nel vangelo di domenica 23 novembre (Mt 25,31.46) Gesù descrive quello che avverrà alla fine dei tempi. Anche in questo caso ricorre ad una parabola: un grande sovrano raduna tutti gli abitanti della terra per il giudizio finale, in cui ognuno riceve il bene o il male a seconda di come ha vissuto. Il sovrano parla di un bene e di un male che è stato fatto a Lui, anche quando è stato fatto concretamente ad altri. Per i giusti il sovrano ha parole dolcissime e li invita: “Venite, benedetti del Padre mio, ricevete in eredità il regno preparato per voi fin dalla fondazione del mondo”. Poi si mette ad elencare dettagliatamente il bene compiuto dai giusti, che non hanno al loro attivo imprese eccezionali. Al contrario, niente di eroico o di straordinario: “Ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere, ero straniero e mi avete accolto, nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, ero in carcere e siete venuti a trovarmi“. I giusti hanno semplicemente voluto bene alle persone a loro vicine e questo amore si è fatto concreto: “In verità vi dico: ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, lo avete fatto a me”.Tutto il bene compiuto in maniera generosa e gratuita diventa prezioso, perché Dio lo considera rivolto direttamente a Lui. Il bene che hanno compiuto è sembrato loro ovvio, normale. Non l’hanno vissuto come un modo per essere migliori, per sentirsi bravi. Non hanno tenuto la contabilità delle loro buone azioni, hanno semplicemente amato. Gesù qui parla di gesti molto semplici, ma che per essere realizzati chiedono la vicinanza all'altro. È solo guardando il volto di chi ha fame, sete o freddo che riconosciamo in lui il volto del Signore. È solo guardando il volto di chi piange, soffre o è solo, che riconosciamo in lui il volto del Signore. Non pensiamo subito ai poveri lontani, quelli che non conosciamo e che perciò sono senza volto. Certamente aiuteremo anche loro, ma la parabola di oggi si rivolge alla nostra quotidianità.

Con la collaborazione di Andrea Grippo

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Ilva, procura Milano apre indagine esplorativa su ArcelorMittal

Ilva, procura Milano apre indagine esplorativa su ArcelorMittal

Roma, 15 nov. (askanews) - Dopo l'annuncio di ArcelorMittal di spegnere progressivamente gli impianti dell'ex Ilva di Taranto entro metà di gennaio, la procura di Milano ha aperto un fascicolo sulla gestione dell'acciaieria, al momento senza indagati né ipotesi di reato, come ha reso noto il procuratore Francesco Greco. La procura, inoltre, ha chiarito di aver "deciso di esercitare il ...

 
Acqua alta a Venezia, Salvini: "Lega ha prosposto 1 mld per i danni"

Acqua alta a Venezia, Salvini: "Lega ha prosposto 1 mld per i danni"

(Agenzia Vista) Venezia, 15 novembre 2019 Acqua alta a Venezia, Salvini: "Lega ha prosposto 1 mld per i danni" "Caso testimonia che droga fa male sempre". Così il leader della Lega, Matteo Salvini, rispondendo alle domande dei giornalisti a Venezia, colpita dal maltempo. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Gotha del collezionismo milanese per opening mostra Chiara Dynys

Gotha del collezionismo milanese per opening mostra Chiara Dynys

Milano, 15 nov. (askanews) - ingest 9.36 ingest 11.52 Milano, 15 nov. (askanews) - Alla presenza di collezionisti del calibro di Panza di Biumo, di un curatore come Giorgio Verzotti e storici dell'arte come Laura Cherubini, è stata inaugurata a Milano "Chiara Dynys. Aurora". Una mostra che affronta un miracolo non solo cromatico, quello dell alba, che modifica la realtà, la percezione, il senso ...

 
Il reatino Davide Rossi continua ad entusiasmare ai live di X Factor

RIETI

Il reatino Davide Rossi continua ad entusiasmare ai live di X Factor

Il cantante reatino Davide Rossi entusiasma il pubblico anche nel quarto live di X Factor interpretando il brano dei Queen “Don’t stop me now”. Giudizi positivi da parte dei ...

15.11.2019

Elena Arvigo

CASPERIA

Al teatro "Non domandarmi di me, Marta mia"

Fa riferimento a uno dei carteggi più appassionanti e allo storia d’amore tra Luigi Pirandello e l’attrice Marta Abba lo spettacolo "Non domandarmi di me, Martia mia" di ...

07.11.2019

All'Auditorium San Giorgio dopo Savagnone concerto d'organo e percussioni

RIETI

All'Auditorium San Giorgio dopo Savagnone concerto d'organo e percussioni

La sfida di interessare ragazzi di diverse età ad un repertorio come quello contemporaneo colto, è perfettamente riuscita. Con il suo entusiasmo e con la freschezza e ...

26.10.2019