Il titolo che vorrei

Il titolo che vorrei

28.12.2016 - 12:36

0

Si avvicina l'ultimo dell'anno e mi chiedo se, dopo tante, pessime, notizie commentate in questi dodici mesi, ce ne sia una che più delle altre mi piacerebbe si annunciasse in questo scorcio del 2016.
Le notizie, lo sappiamo, non possiamo sceglierle, arrivano, si impongono, spesso o quasi sempre per la loro attualità drammatica. E' questa qualità violenta, sanguinosa, crudele, che le candida immediatamente a diventare un titolo e a occupare la vetrina di giornali, telegiornali e siti online. E, purtroppo, il loro flusso è ininterrotto e nulla nell'immediato fa sperare che possa diminuire d'intensità o prendere una piega che non sia quella terribile alla quale ci ha abituato. Eppure, per una volta almeno, voglio immaginare che all'improvviso si annunci l'impensabile, che contravvenendo a tutte le aspettative deluse finalmente si manifesti la notizia che non ti saresti mai e poi mai immaginato. Un sogno-notizia! O una notizia-sogno che sfidi l'incredulità e dica che l'impossibile si è realizzato!
Che so? Che sono cessati i bombardamenti in Siria e in particolare ad Aleppo. Che si sono finalmente messi tutti d'accordo con una risoluzione stabile e duratura, e non effimera come finora è sempre accaduto. Pensate al titolo, "La pace regna ad Aleppo", basta con le macerie, gli ospedali bersagliati, i corridoi umanitari nel mirino dei cecchini, le colonne dei profughi.. Assad ha fatto un passo indietro, le fazioni fieramente avverse si sono incontrate e così gli Stati Uniti e la Russia, gli sciiti e i sunniti, i curdi e i turchi e, ciliegina indispensabile, pure l'Isis. Già, pure l'Isis che ha finalmente smesso di rivendicare gli attentati e di fomentare la guerra santa contro gli infedeli in Oriente e Occidente. Ha detto basta, non decapiterà più gli ostaggi, ammainerà la bandiera nera, nerissima del Califfato, non farà più affari sottobanco.., e con lei anche i paesi che predicano bene e razzolano malissimo, perché non dobbiamo dimenticarlo, l'Isis è anche un alibi, una foglia di fico dietro a cui si nascondono interessi internazionali e geopolitici che mettono avanti a tutto la realpolitik.
Sarebbe bello no? Il Capodanno introduce una vera discontinuità nelle news. Punto e a capo, si cambia e si manda in archivio il solito tran tran, il Monte dei Paschi che costa una tombola ricapitalizzare, la disoccupazione dei giovani, la legge elettorale che, più dicono ufficialmente si avvicini, più invece sembra spostarsi sine die, i ministri che dicono cazzate, le opposizioni che sparano nel mucchio, le colonie israeliane che continuano a crescere nei territori occupati, il prete che invita la cittadinanza a partecipare alla messa funebre per il boss, l'ennesimo avviso di garanzia al corrotto di turno, la temperatura globale che non accenna a diminuire, gli autobus di Roma che non smettono di sfasciarsi, il barcone stracarico che si capovolge in mezzo al Mediterraneo, i vitalizi che escono dalla porta e rientrano dalla finestra, la natalità che non smette di precipitare, i genitori che non la piantano di pestare i professori, la guerra fra i poveri che devasta le borgate e i paesi, gli uomini che continuano a uccidere le donne, il pil che procede come una lumaca, i camion che premono sull'acceleratore nei mercatini delle feste.. Quanto sarebbe semplice, basterebbe invertire il segno da negativo in positivo! Un'illusione? Certo, ma coltiviamola almeno per questi due o tre giorni che mancano al Capodanno. Voglio sforzarmi di crederci, aspettando il primo titolo dell'anno che, finalmente, ci riempirà di gioia!

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

ArcelorMittal, Barbagallo (UIL): “Di questa vicenda, sindacati sono vittime”

ArcelorMittal, Barbagallo (UIL): “Di questa vicenda, sindacati sono vittime”

(Agenzia Vista) Roma, 15 novembre 2019 ArcelorMittal, Barbagallo (UIL): “Di questa vicenda, sindacati sono vittime” “In questa vicenda di questo funerale della siderurgia del nostro Paese, le organizzazioni sindacali sono vittime”, così il segretario generale UIL, Carmelo Barbagallo, a margine dell’incontro con il Ministro dello Sviluppo, Patuanelli. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
ArcelorMittal, Landini (CGIL): “Abbiamo chiesto ad azienda di ritirare revoca”

ArcelorMittal, Landini (CGIL): “Abbiamo chiesto ad azienda di ritirare revoca”

(Agenzia Vista) Roma, 15 novembre 2019 ArcelorMittal, Landini (CGIL): “Abbiamo chiesto ad azienda di ritirare revoca” “Noi abbiamo formalmente chiesto a Mittal di ritirare la revoca e di venire ad un tavolo con il sindacato. Lo scudo crediamo che debba essere reinserito”, così il segretario generale CGIL, Maurizio Landini, a margine dell’incontro con il Ministro dello Sviluppo, Patuanelli. Fonte: ...

 
Emanuele Filiberto: reali stanno tornando. Ma è spot per serie tv

Emanuele Filiberto: reali stanno tornando. Ma è spot per serie tv

Roma, 15 nov. (askanews) - Emanuele Filiberto di Savoia pubblica sulla sua pagina Facebook una sorta di proclama, annunciando che "i reali stanno tornando". Il riferimento però non è al suo Paese di origine, bensì alla serie Netflix The Crown. Di fatto i video pubblicati su Fb sono due: un primo, in cui il discendente di casa Savoia, richiama l'esigenza di stabilità e l'imminente ritorno dei ...

 
ArcelorMittal, Capone (UGL): “C’è un accordo con l’azienda e va rispettato”

ArcelorMittal, Capone (UGL): “C’è un accordo con l’azienda e va rispettato”

(Agenzia Vista) Roma, 15 novembre 2019 ArcelorMittal, Capone (UGL): “C’è un accordo con l’azienda e va rispettato” “Non è andata bene, non abbiamo visto Conte che aveva detto che il problema non era l’immunità mentre l’azienda ha ripetuto che quello è il problema. C’è un accordo che è stato sottoscritto e va rispettato. ”, così il segretario generale UGL, Francesco Paolo Capone, a margine ...

 
Il reatino Davide Rossi continua ad entusiasmare ai live di X Factor

RIETI

Il reatino Davide Rossi continua ad entusiasmare ai live di X Factor

Il cantante reatino Davide Rossi entusiasma il pubblico anche nel quarto live di X Factor interpretando il brano dei Queen “Don’t stop me now”. Giudizi positivi da parte dei ...

15.11.2019

Elena Arvigo

CASPERIA

Al teatro "Non domandarmi di me, Marta mia"

Fa riferimento a uno dei carteggi più appassionanti e allo storia d’amore tra Luigi Pirandello e l’attrice Marta Abba lo spettacolo "Non domandarmi di me, Martia mia" di ...

07.11.2019

All'Auditorium San Giorgio dopo Savagnone concerto d'organo e percussioni

RIETI

All'Auditorium San Giorgio dopo Savagnone concerto d'organo e percussioni

La sfida di interessare ragazzi di diverse età ad un repertorio come quello contemporaneo colto, è perfettamente riuscita. Con il suo entusiasmo e con la freschezza e ...

26.10.2019