Serve la colletta per la cauzione?

Serve la colletta per la cauzione?

30.11.2016 - 12:07

0

Era un po’ di tempo che non si faceva vivo e francamente cominciavamo a preoccuparci. I miti, buoni, cattivi, a mezz’aria, i miti di questa fragile modernità devono alimentarsi, non possono scomparire - se non per sempre, ma quello è un altro discorso - devono ripresentarsi ogni tanto e tornare a impressionarci con le loro gesta.
E Lapo è tornato, la polizia di New York lo accusa di avere simulato un sequestro, una cosetta per cui potrebbe finire in carcere anche per due anni, e si sa che gli americani su queste cose non scherzano.
Cosa avrebbe combinato? Semplice. Arriva il Giorno del Ringraziamento a NY si insedia in un appartamento e comincia un festino a base si drug and sex, due giorni. Solo che a un certo punto i dollari finiscono e allora lui che fa? Chiama la casa madre, a Torino, annuncia di essere stato rapito e chiede un contributo di diecimila dollari per farsi liberare.
La casa-madre avvisa però la polizia che ci mette un niente per trovare un trans con il malloppo - quello con cui Lapo si stava dilettando - e scoprire tutta la messa in scena.
Un bel guaio che dice di alcune cose.
Lapo ha le sue abitudini e non si smentisce, i suoi ritmi di vita sono ad alta velocità e gli additivi costano e anche parecchio.
A quel punto, e già siamo oltre la soglia della normalità, scatta la differenza: l’inventiva che costruisce uno stratagemma, infantile, innocente, se si vuole, perché a chi lo architetta non viene minimamente in testa che il piano ha troppe variabili incerte e incontrollabili per poter funzionare: un trans, la polizia di NY, la famiglia a Torino. E infatti l’inghippo non funziona.
E’ fantastica questa riapparizione di Lapo: intanto lo ringraziamo per averci distratto dal tran tran, per averci tolto da questo insostenibile Sì/No/Sì/No che incombe domenica prossima. Per un giorno, pensiamo a lui e non alle truppe dei due schieramenti che se le stanno dando a tutto spiano, su un copione francamente ripetitivo e noioso.
Grazie Lapo, grazie per questa vita estemporanea e all’arma bianca, che ogni tanto torna a riaffacciarsi e ci dice di un mondo parallelo che noi vediamo da lontano e proprio per questo trasformiamo in un mito. I miti che ci possiamo permettere, certo.
La distanza è fondamentale, non i chilometri che ci separano da NY, ma il territorio simbolico in cui vivi, di per sé inaccessibile, se non quando arrivi davanti a un negozio e parcheggi il suv mimetico come se fosse la piazzetta sotto casa. Allora ti vediamo per un momento, come quando appari con le tue giacchette technicolor o l’ennesima delle ennesime inarrivabili compagnie con cui ti ami circondare. Oh, nessun moralismo, magari un poco di invidia, come si fa a non provarla?! Vivi la vita come ti pare. Certo, però, caro Lapo, pensavamo che la cassa fosse più fornita. Mi cadi su diecimila dollari, diecimila fottutissimi dollari, quando tutti stavamo a pensare a un pozzo personale senza limiti. Allora anche tu hai il lunario da sbarcare? Anche tu devi fare i conti e scoprire che sei al verde? E ti devi arrabattare e ricorrere alla tutta nostrana arte di arrangiarsi per tappare il buco che si è aperto.
Lapo, continua a correre, speriamo vivamente che le porte del carcere non si aprano, ma certo se si aprissero ti saremmo ancora più vicini. A proposito, serve una colletta per la cauzione?

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Rapina da 65 mila euro in banca a Trapani, 3 arresti

Rapina da 65 mila euro in banca a Trapani, 3 arresti

(Agenzia Vista) Trapani, 18 novembre 2019 Rapina da 65 mila euro in banca a Trapani, 3 arresti La Polizia di Stato di Trapani ha arrestato tre pregiudicati palermitani indagati per aver rapinato, lo scorso 26 agosto, la filiale della banca Credem di via Virgilio, a Trapani. La Squadra Mobile ha individuato i tre rapinatori "in trasferta" attraverso l'analisi dei filmati di numerosi impianti ...

 
Hong Kong, è battaglia al politecnico tra polizia e manifestanti

Hong Kong, è battaglia al politecnico tra polizia e manifestanti

Milano, 18 nov. (askanews) - Gli studenti tornano in piazza e la polizia prende d'assalto il Politecnico a Hong Kong. Mentre in altri quartieri la vita procede abbastanza tranquilla, è un vero inferno nella zona universitaria dell'isola. È di 38 feriti, di cui cinque in condizioni critiche, il primo bilancio degli scontri di ieri a Hong Kong. Di questi, diciotto persone sono in condizioni stabili,...

 
Qualità e sostenibilità: l'innovazione al centro di Agrifoodnext

Qualità e sostenibilità: l'innovazione al centro di Agrifoodnext

Siena, 18 nov. (askanews) - Innovare nel settore di agrifood, garantendo la qualità al consumatore e la sostenibilità economica al produttore, è una realtà a portata di mano. Lo ha dimostrato la due giorni, che si è svolta a Siena, dal titolo AgrifoodNext, che ha messo a confronto piccoli imprenditori e mondo della ricerca, tracciando gli orizzonti futuri del settore ma raccontando innanzitutto ...

 
Renato Zero scatenato con i fans: "Bisogna darsi appuntamento anche per..."

Il concerto

Renato Zero scatenato con i fan: "Bisogna darsi appuntamento anche per..."

"Siamo ridotti così. Ormai bisogna darsi un appuntamento anche per...". Uno scatenato Renato Zero ringrazia i fans a modo suo durante il secondo concerto di Firenze in un ...

16.11.2019

Renato Zero in concerto, "Nei giardini che nessuno sa" tra gli applausi

Lo spettacolo

Renato Zero in concerto, "Nei giardini che nessuno sa" tra gli applausi Video

Un concerto straordinario. Renato Zero in un Nelson Mandela Forum di Firenze strapieno, venerdì 15 novembre ha letteralmente mandato in delirio i suoi fans con uno spettacolo ...

16.11.2019

Chiara Ferragni nuda su Instagran: ecco la foto

L'INFLUENCER SENZA VELI

Chiara Ferragni nuda su Instagram: ecco la foto

Chiara Ferragni ha postato su Instagram una sua foto nuda e subito i suoi fan sono andati in visibilio. La foto (che vedete dopo il testo) la ritrae seduta su un letto, ...

16.11.2019