Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Garantito il collegamento ferroviario con Rieti e Terni. Rimodulati gli orari

Luigi Spaghetti
  • a
  • a
  • a

Il rischio isolamento è stato scongiurato, e il collegamento ferroviario tra Rieti, Terni e L'Aquila questa estate non verrà interrotto. Si è dimostrato determinante l'intervento dell'Osservatorio sul Trasporto Pubblico istituito da Comune e Provincia di Rieti, fortemente voluto dal consigliere comunale Moreno Imperatori. Questo è reso evidente dal fatto che, come racconta con orgoglio Gabriele Bariletti, ingegnere e membro dell'osservatorio “la decisione è stata presa un giorno prima dell'incontro tra Mauro Alessandri, assessore regionale con delega alla Mobilità e Rete ferroviaria Italiana, e dopo l'invio della nostra nota”. Era stato infatti proprio l'Osservatorio che l'otto giugno scorso aveva denunciato il rischio della contemporanea chiusura della galleria “Collelungo” sulla ss79 Ternana e l'interruzione del traffico ferroviario dal 22 luglio al 25 agosto, che sostituito con corse di autobus, avrebbe reso ulteriormente caotica la circolazione nel vitale collegamento con la città di Terni. Per evitare i grandi disagi che ne sarebbero derivati l'Osservatorio con una lettera indirizzata a Regione e Rfi chiedeva di soprassedere da tale intento. Il risultato è stato ottenuto, ed i disagi per i pendolari saranno ridotti da una solo parziale rimodulazione delle corse. “Per noi è una grande soddisfazione, il mantenimento del servizio attivo per tutto il periodo estivo non si verificava dall'anno 2003. Secondo le notizie in nostro possesso in questo momento saranno mantenute sedici corse sulla tratta Rieti-Terni-L'Aquila, a queste si aggiunge il Terni-Roma Tiburtina delle 18.48 con arrivo alle 20,13 e quindi il corrispondente da Roma alle 20,30 per Rieti alle 22,15 e il Rieti-Roma Tiburtina delle 6,10 con arrivo a Roma entro le 8,00, oltre ovviamente a tutti i treni provenienti da L'Aquila o da Antrodoco cui non ho ancora potuto avere accesso”. Se dal fronte del trasporto su ferro si può tirare un sospiro di sollievo, lo stesso non si può dire per quanto riguarda il collegamento stradale con il capoluogo umbro, è infatti confermata la chiusura dello svincolo, con parte del traffico deviato sulla vecchia provinciale per Reopasto, ma tutt'altro che prevedibili sembrano essere i tempi per vedere finalmente l'opera ultimata. R.R.