Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Consorzio sociale, i sindacati chiedono l'intervento del Comune

Luca Feliziani
  • a
  • a
  • a

Tre milioni di euro. Lira più lira meno è il tesoretto che secondo i sindacati manca al consorzio sociale. Quote che il Comune capofila secondo i sindacati non avrebbe versato totalmente. Cgil, Cisl e Uil sono sul piede di guerra e chiedono alla giunta Cicchetti risposte precise e di prendere una posizione netta sulla presenza dell'ente all'interno del consorzio. Ne va del futuro di centinaia di persone deboli e sfortunate. “Nelle riunioni che abbiamo avuto, l'amministrazione comunale e Consorzio Sociale ci hanno informato che le somme da girare alle casse del consorzio sono di circa tre milioni di euro, risorse elargite dalla Regione Lazio. La Regione infatti avrebbe liquidato le somme al Comune capofila. Il Comune ci ha riferito di girare al Consorzio sociale le somme in tre rate da 800mila euro circa. Vediamo quello che succederà”. Le parole sono quelle di Paolo Bianchetti segretario Rieti e Roma Capitale della Cisl che insieme ai colleghi Stefano Rinaldi (Cgil) e Stefano Paolucci (Uil), con i rispettivi segretari provinciali dei Pensionati hanno rotto gli indugi chiedendo al Comune di Rieti di affrontare una volta per tutte l'annoso problema.