Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Corsa contro il tempo per vaccinare i bambini lasciati fuori dalle aule

Luigi Spaghetti
  • a
  • a
  • a

Confermati dalla Asl i dati sul numero di alunni non vaccinati a Rieti. Sul territorio comunale ill numero non supera le 80 unità. Accertate le mancanze da parte delle famiglie la prossima azione sarà quella di provvedere, nel minor tempo possibile, alla regolarizzazione della situazione vaccinale. E proprio l'Azienda Sanitaria Locale viene in aiuto alle famiglie con una sorta di “vademecum” da seguire in base alle diverse situazioni. Per gli alunni non residenti nel territorio della ASL di Rieti, “i genitori dovranno produrre alla scuola una certificazione attestante lo stato vaccinale regolare rilasciato dalla ASL di appartenenza – spiega l'azienda reatina - Non dovranno pertanto recarsi ad un centro vaccinale della ASL di Rieti” Per quanto riguarda invece gli alunni residenti a Rieti ma vaccinati presso altra Azienda sanitaria, “i genitori dovranno produrre al servizio vaccinale della ASL di Rieti la certificazione attestante le vaccinazioni praticate presso altra ASL.” Nel caso invece ci fossero alunni “con schedula vaccinale non completa o mai vaccinato, i genitori dovranno prenotare la somministrazione dei vaccini mancanti e produrre alla scuola l'attestazione di prenotazione. Nel momento in cui il vaccino sarà effettivamente somministrato, i genitori riceveranno una certificazione da esibire alla scuola.” In quei casi in cui l'alunno non possa effettuare la vaccinazione ed abbia bisogno di differirla nel tempo, “nel caso in cui la vaccinazione non sia stata somministrata per motivi di salute o per immunità acquisita avendo contratto la malattia, i genitori dovranno produrre la documentazione rilasciata dal medico di medicina generale o dal pediatra di libera scelta al servizio vaccinazioni della ASL di Rieti.” Operazione che può avvenire, oltre che recandosi presso un centro vaccinale, anche inviando la documentazione insieme a recapiti validi, con email a [email protected] oppure via fax al numero 0746.278825. Una volta preso atto del motivo dell'esonero o del differimento, verrà rilasciata una certificazione ai genitori da consegnare alla scuola. “Il sistema relativo all'Anagrafe Vaccinale Regionale – tiene a precisare la Asl - è in continuo aggiornamento, con i dati provenienti dagli Istituti scolastici che si incrociano con quelli dell'Asl per una verifica capillare di quelle poche posizioni che al momento non risultano ancora totalmente regolari. I motivi possono essere molteplici: bambini che risiedono fuori regione, ma che frequentano gli Istituti scolastici del reatino; bambini che devono differire la vaccinazione per motivi di salute; bambini non ancora in regola per un comportamento esitante dei genitori, dimenticanze per i richiami o per un mero errore burocratico.” In provincia di Rieti la copertura vaccinale è del 93%, e si arriva al 97% considerando la fascia di età 0-6 anni. Secondo l'Istat nel Lazio la copertura vaccinale oltrepassa il 95% e arriva oltre il 98% per il vaccino contro la polio, la difterite, il tetano, epatite B e la pertosse e oltre il 97% per il morbillo, la parotite e la rosolia. In tutta Italia i bambini non vaccinati (no-vax) risultano essere lo 0,7% (poco più di 300 casi). Laura Varone