Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Controlli a tappeto dei carabinieri in Sabina: arresti e denunce

Luigi Spaghetti
  • a
  • a
  • a

I Carabinieri della compagnia di Poggio Mirteto hanno svolto una serie di servizi preventivi, con l'impiego di 12 pattuglie e 25 militari che, oltre ad effettuare alcuni posti di controllo sulle strade di maggiore afflusso, hanno svolto un'attenta vigilanza nelle ore serali e notturne soprattutto nelle zone più periferiche dei comuni di Fara In Sabina, Poggio Mirteto, Toffia e Montopoli di Sabina. Tale contesto, ha permesso di scongiurare atti illeciti, anche con l'indispensabile collaborazione dei cittadini che più volte hanno contattato la linea di emergenza 112 per segnalare situazioni ritenute sospette e che dopo attenta valutazione ed intervento degli equipaggi operanti, si sono risolte in un nulla di fatto. Il servizio oltre a consentire l'identificazione di 140 soggetti di cui 32 cittadini stranieri, ha consentito di ottenere risultati concreti. A Passo Corese, nel corso della serata del 28 febbraio, il locale comando arma ha proceduto all'individuazione e all'arresto di un pregiudicato italiano, colpito da un provvedimento del tribunale di Roma per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, dovendo scontare una pena di cinque anni di reclusione. A Fara in Sabina, nella notte tra il 1° e il 2 marzo, sulla Salaria in direzione di Roma, una pattuglia dell'aliquota radiomobile ha provato a fermare un'autovettura che dopo aver commesso un'infrazione al codice della strada, ha tentato di dileguarsi non ottemperando all'alt imposto dagli operanti; ne è nato un breve inseguimento al termine del quale, il mezzo è stato bloccato ed accertato, anche con l'ausilio tecnico del personale della Polstrada di Fiano Romano, che il conducente era in evidente stato di ebrezza e pertanto oltre a varie sanzioni amministrative legate ad infrazioni al codice della strada, il soggetto, è stato denunciato in stato di libertà per guida sotto l'influenza di sostanze alcoliche e resistenza a pubblico ufficiale in conseguenza della fuga non riuscita.