Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Comune, approvata in Prefettura  la richiesta di finanziamento per la videosorveglianza

default_image

Luigi Spaghetti
  • a
  • a
  • a

"Con l'approvazione della richiesta di finanziamento per la realizzazione di nuovi sistemi di videosorveglianza, da parte del Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica riunitosi in Prefettura, il Comune di Rieti ha superato il primo step dell'iter avviato con la sottoscrizione dei Patti per la sicurezza". Così l'assessore all'Innovazione tecnologica del Comune di Rieti, Elisa Masotti, in merito alla domanda di contributo presentata per l'installazione di quattro nuove videocamere che saranno localizzate in via Pennina, piazza san Francesco, piazza Berlinguer e piazza Unità d'Italia. "L'importo del finanziamento richiesto ammonta a 37mila euro e nel progetto, di cui è responsabile il comandante della polizia municipale, Massimo Belli, rientra anche il sistema di cablaggio ovvero la realizzazione del collegamento con trasmissione di dati e immagini con le altre forze di polizia presenti sul territorio (Polizia di Stato e Carabinieri). A tutela della sicurezza urbana, le nuove telecamere, in aggiunta alle preesistenti, daranno un ulteriore contributo al monitoraggio delle 'zone calde' della città”. “Rafforzare e garantire il controllo del territorio - ha concluso Masotti - significherà contribuire a prevenire i reati e a migliorare la vivibilità del territorio. Oltre al senso di insicurezza e di allarme sociale, dettato dalle numerose presenze di immigrati in città, Rieti ha visto registrare, in termini di crescita quasi esponenziale, il fenomeno dell'uso e dello spaccio di sostanze stupefacenti e l'impennarsi di reati connessi ai furti in appartamento e di veicoli, rapine, risse e atti di vandalismo". Il prossimo passaggio, da espletare entro il prossimo 31 agosto, sarà quello dell'invio al Ministero dell'Interno, da parte della locale Prefettura, della presentazione del progetto del Comune di Rieti, accompagnato da una relazione. L'ammissione al finanziamento avverrà in base a una graduatoria nazionale, predisposta al termine della fase valutativa.