Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Operazione "Security breath", controlli a tappeto in tutta la provincia

default_image

Luigi Spaghetti
  • a
  • a
  • a

La Questura di Rieti, dal 26 al 28 febbraio, ha attuato un'operazione di controllo straordinario del territorio, ad alto impatto, finalizzata a rafforzare l'azione della Polizia di Stato nel contrasto dell'illegalità diffusa, con particolare  riguardo a quelle aree caratterizzate da fenomeni di marginalità sociale, irregolarità e degrado.  L'operazione, denominata “Security Breath”, disposta dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza, coordinata a livello nazionale dalla Direzione Centrale Anticrimine della Polizia di Stato, si è svolta con mirati servizi di controllo del territorio, prevenzione e repressione nelle zone individuate come a maggior rischio di degrado urbano e illegalità diffusa, anche con riferimento alla maggiore presenza di cittadini  extracomunitari e di fenomeni di microcriminalità.  I servizi sono stati effettuati in tutta la provincia reatina dagli uomini della Squadra Volante dell'Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Rieti e degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Lazio, giunti dalla Capitale.  Nel corso dei servizi sono stati controllati nr. 139 automezzi ed identificate nr. 215 persone, nr. 175 italiani e nr. 40 cittadini extracomunitari,  di cui 17 con precedenti penali.  Complessivamente, in detti servizi, sono stati impiegati 42 Agenti della Polizia di Stato suddivisi in 21 pattuglie su strada.