Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Manca il bus-navetta, la palestra resta un miraggio per gli studenti

Luigi Spaghetti
  • a
  • a
  • a

“Nonostante le ripetute sollecitazioni i nostri figli non possono svolgere la regolare lezione di educazione fisica perché non si è ancora provveduto a mettere a disposizione della scuola un servizio navetta che porti gli studenti nella palestra della scuola elementare di Vazia”. L'indignazione dei genitori è tutta in queste parole. Ad un mese dall'inzio dell'anno scolastico fare ginnastica nell'istituto inaugurato appena un anno fa resta un sogno. E la palestra un miraggio. La scuola, infatti, è tecnlogicamente all'avanguardia, antisismica, ma assolutamente sprovvista di una palestra: “come se fare ginnastica non rientri nelle normali attività didattiche” rincarano i genitori. “Lo scorso anno - proseguono - si era ovviato a questo problema attraverso un servizio di navetta messo a disposizione dal Comune attraverso Asm che portava i ragazzi nella palestra della scuola elementare di Vazia. Inspiegabilmente questo servizio non è stato ancora attivato e così i ragazzi stanno perdendo le loro lezioni di educazione fisica”. A dire il vero si era pensato pure di far scendere i ragazzi in cortile, almeno nelle belle giornate, ma anche in questo caso l'ipotesi non ha trovato consensi tra i genitori stessi. E così alcune classi, in attesa che si trovi una soluzione, occupano l'ora giocando a scacchi. Iniziativa lodevole ma che a molti genitori (e studenti) proprio non va giù. “Il dirigente scolastico ha inoltrato la richiesta - dicono - ma ci è stato detto che da Asm e Comune non è arrivata alcuna risposta. Rimaniamo in attesa fiduciosi anche se la pazienza sta terminando”. “Di solito - spiegano dal Comune - è il dirigente scolastico che fa richiesta del servizio ad Asm, che sarà bene ricordare, ha un costo. Il ritardo? Probabilmente la richiesta della scuola potrebbe essere stata fatta in ritardo o non ancora trasmessa.  Verificheremo”. Lu.Spa.