Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

"Crescono gli atti vandalici, chiesti maggiori controlli"

Luigi Spaghetti
  • a
  • a
  • a

“C'è un allarme vandalismo e bisogna intervenire al più presto”. L'ennesima denuncia sugli atti che puntualmente deturpano il decoro urbano della città e che provocano indignazione nella cittadinanza arriva, questa volta, da un consigliere comunale. Andrea Sebastiani, infatti, negli ultimi giorni è tornato a recepire una serie di segnalazione di concittadini e si è fatto portavoce nei confronti del sindaco e della Giunta, della necessità di intervenire sulla sicurezza e di fare pressioni per un controllo più capillare del territorio da parte delle forze dell'ordine, specialmente nelle ore notturne. Gli ultimi episodi in ordine cronologico si sono registrati nella nottata tra venerdì e sabato a ridosso del Lungo Velino e nei pressi del ponte pedonale che conduce a San Francesco dove sono state danneggiate staccionate, sono stati sparsi rifiuti - in particolar modo bottiglie di vetro e lattine - e sono stati gettati a terra i secchi che si trovano lungo la passeggiata. Ma non è il primo caso, ovviamente. Anzi, è solo l'ultimo di una lunga serie che, tra piccoli e grandi danni, crea comunque preoccupazione tra gli abitanti, o almeno indignazione per una evidente mancanza di rispetto del bene comune e della civile convivenza. Molte delle segnalazioni continuano a provenire dal centro storico ma non è solo quella la zona della città interessata dal fenomeno. Episodi non certo edificanti si sono registrati, nel tempo, a Micioccoli, a Campoloniano, a Villa Reatina e non solo. La settimana scorsa era toccato alla zona del Tribunale - anch'essa oggetto spesso di segnalazioni e denunce, soprattutto nelle ore notturne essendo luogo di ritrovo di molti giovani - con tanto di appelli da parte dei cittadini di Largo Bonfante, nel quartiere San Nicola. Lì, infatti, nella notte erano stati rovesciati i cassonetti che si trovano nei pressi dell'istituto scolastico con il materiale che aveva invaso la strada, impedendo il passaggio delle auto fino al momento della pulizia effettuata dal personale di Asm nelle prime ore del mattino. Urla e danneggiamenti che avevano richiamato svegliato in piena notte i cittadini tanto da convincerli a chiamare il 113. Tra le aree del centro storico che più spesso registrano fenomeni di vandalismo e oggetto di segnalazioni alla stampa e alle forze dell'ordine ci sono proprio quelle di San Francesco e di San Nicola. Marco Fuggetta