Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Comune, due lettere ad Ato3 e Sogea per fare chiarezza su Aps

Esplora:
default_image

Luigi Spaghetti
  • a
  • a
  • a

Sono due le lettere inviate dal Comune di Rieti che potrebbero riaprire la partita - e anche le polemiche - sulla gestione dell'acqua. Entrambe sono firmate dall'avvocato Francesco Lettera, consulente del nuovo sindaco. La prima, del 10 agosto, è indirizzata al presidente dell'Ato 3, cioè al Presidente della Provincia Giuseppe Rinaldi, ed elenca una serie di riflessioni sulla fase di avvio della società Acqua Pubblica Sabina, chiedendo ulteriori elementi. La seconda, dell'11 agosto, è indirizzata alla presidente di Sogea Spa, Alessia Angelucci, e anche in questo caso si chiedono chiarimenti, con la minaccia di rivolgersi alla Corte dei Conti. LA LETTERA AD ATO3. Come anticipato ieri dal Corriere di Rieti, il nuovo sindaco di Rieti, tramite il legale Lettera, ha chiesto ad Ato 3 una copia del piano economico, finanziario e industriale di lungo periodo "dal quale risulti la eventuale sostenibilità del progetto della società virtuale Acqua Pubblica Sabina". Nel caso in cui tale piano fosse ancora da approntare, il Comune di Rieti chiede comunque di saperlo "in considerazione della gravità delle scelte per i futuri equilibri economico-finanziari dei bilanci" dell'Ente. LA LETTERA A SOGEA. Una seconda lettera è stata inviata il giorno successivo alla presidente di Sogea, Alessia Angelucci, e si occupa in particolare della convenzione firmata nel dicembre scorso che prevede, tra le altre cose, il versamento degli avanzi di gestione (pari a 140mila euro per il 2016 e 310mila per il 2017) da Sogea ad Aps. Il legale di Cicchetti afferma che "tali somme non sarebbero generate da avanzi reali della gestione, ma soltanto dal calcolo della tariffa d'ambito che dopo il 24 agosto 2016 (il giorno del sisma, ndr) ha escluso il Comune di Amatrice". L'avvocato afferma che dal 31 gennaio di quest'anno i rapporti tra Sogea, Aps e Ato 3 sono "radicalmente cambiati" in quanto l'assemblea dei soci di Sogea ha deliberato di acquisire tutte le quote detenute dal socio privato, cioè Acea. “E' evidente - si legge nella lettera - che, per quanto impropriamente, Aps potrebbe inserire la somma complessiva di 450mila euro nel proprio attivo con la conseguenza che potrebbe lievitare di pari importo l'onere che il Comune di Rieti dovrà sostenere per acquisire le quote del socio privato di Sogea". Quindi suggerisce a quest'ultima di "diffidare" Aps dal fare "spendita di somme virtuali e comunque derivanti da un avanzo inesistente". Il Comune chiede entro 15 giorni una relazione "chiarificatrice" a Sogea, trascorsi i quali minaccia di fare "rapporto" alla Procura della Corte dei Conti. Marco Fuggetta