Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Palpeggia la nipote durante un banchetto: condannato per violenza sessuale

Luigi Spaghetti
  • a
  • a
  • a

Tre anni e 4 mesi per violenza sessuale. E' la sentenza di condanna pronunciata ieri mattina dal giudice Andrea Fanelli al termine del rito abbreviato che ha visto imputato un uomo - A.C. - accusato, anni fa, di aver palpeggiato la nipote di secondo grado durante il banchetto di un battesimo. L'episodio venne consumato in un ristorante poco fuori da Rieti, nel 2011, dopo che la vittima fu attratta in un luogo appartato; la storia venne a galla solo dopo, quando la ragazzina, ormai cresciuta, manifestò problemi psicologici legati al trauma subìto, per i quali i genitori la portarono al Bambin Gesù di Roma, dove raccontò ai medici l'accaduto. Ne seguì una denuncia e l'apertura delle indagini, fino al processo (durante il quale la minore ha raccontato i fatti) e alla sentenza di ieri. L'imputato è stato anche condannato a risarcire i danni (da liquidarsi in sede civile) sofferti dalla vittima i cui genitori - assistiti dall'avvocato Francesco Tavani - si sono costituiti parte civile. Su richiesta del legale, il giudice ha inoltre condannato A.C. al pagamento di una provvisionale, immediatamente esecutiva, in favore della parte civile, per un importo di 70.000 euro.