Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La protesta dei terremotati di Amatrice e Accumoli in piazza Santi Apostoli a Roma

Marzio Mozzetti
  • a
  • a
  • a

É da poco iniziata a Piazza Santi Apostoli di Roma la protesta dei terremotati di Amatrice e Accumoli. Poco più di duecento, per ora, si sono radunati con striscioni per dare vita alla "scossa dei terremotati" così come è stata ribattezzata la manifestazione per sensibilizzare l'opinione pubblica al dramma che stanno vivendo le popolazioni costrette oltre che a vivere tra mille disagi anche a fare i conti con una burocrazia che sta dilatando i tempi della ricostruzione. "Vogliamo certezze sulla consegna dei moduli abitative e soprattuttto che il governo rispetti gli impegni e i tempi sulla ricostruzione".  I manifestanti saranno ricevuti dal governo alle ore 13.  “La prossima settimana vareremo un decreto. Nessuno immagini che sia un ritorno all'indietro, sarà un passo avanti e molto mirato nei suoi obiettivi”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni riferendo in Senato sulla situazione di emergenza nel Centro Italia. Il decreto, ha spiegato il premier, “sarà mirato a intervenire in alcuni punti e gangli l'accumulo di ritardi che finora non ci sono stati ma possono accumularsi nei prossimi mesi e che possiamo prevenire. Rivendico – ha aggiunto – le decisioni prese dal governo presieduto da Matteo Renzi e penso che si tratti di muoversi in continuità. Sono state fatte scelte giuste e necessarie. Saremo a lavoro con il commissario e tutte le strutture per dare alloggio e scuole e sostenere le imprese e l'agricoltura. Dobbiamo pensare all'emergenza ma anche alla prospettiva e al rilancio. Anche per questo il governo sta lavorando con la Protezione civile, l'Anac, gli enti locali: per rispondere alle sfide che questa terza crisi ci propone. Non dobbiamo ignorare – prosegue – l'impatto di questa terza difficile prova: la fragilità di questo meraviglioso territorio è storica ma il rischio che gli effetti di questa fragilità provochino una rassegnata disperazione va combattuto con tutte le nostre forze”. SEGUONO AGGIORNAMENTI