Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La Tarsu fa lievitare i costi di gestione del palaSojourner. Stagione a rischio per la Npc

palasojourner

Valerio Pasquetti
  • a
  • a
  • a

Il campionato di serie A2 è ormai alle porte ma il palaSojourner rischia di rimanere chiuso per la prima della Npc contro Ferentino. Infatti restano ancora incertezze e perplessità in merito alla situazione afferente la gestione del PalaSojourner. “Con la Provincia che è l'ente proprietario del palasport avevamo convenuto che il canone di locazione annuo per la NPC sarebbe stato calmierato e, cioè, di 32 mila euro omnia comprensivo - dice il presidente della Npc, Giuseppe Cattani - La società Aria Sport che è risultata concessionaria dello stesso PalaSojourner, invece, ci ha fatto pervenire un contratto di locazione di diverso importo e cioè pari a 38 mila euro iva inclusa”. La ragione di questa variazione che non è di poco conto per Cattani (alla fine circa 40 mila euro a fronte dei 32 mila euro convenuti) troverebbe la propria ragion d'essere in un inatteso incremento dei costi di gestione del PalaSojourner da parte della Provincia a carico di Aria Sport. Infatti la società concessionaria della gestione del palasport si sarebbe visto inspiegabilmente addebitato dalla Provincia il pagamento della Tarsu del Comune afferente, però, un arco temporale nel quale Aria Sport nulla aveva di che spartire con Provincia e col PalaSojourner (Aria è concessionaria della gloriosa arena di Villa Reatina dai primi giorni del trascorso mese di luglio).  TUTTI I PARTICOLARI NELL'EDIZIONE DEL CORRIERE DI RIETI IN EDICOLA DOMENICA 27 SETTEMBRE