Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Svaligiato in pieno centro il negozio di Grassi Abbigliamento

Luigi Spaghetti
  • a
  • a
  • a

Maxifurto nel negozio di abbigliamento "Grassi" in piazza Vittorio Emanuele II. I ladri nella notte si sono introdotti all'interno dei locali portando via capi di abbigliamento "griffati" per un valore di quasi trecentomila euro. A favorire l'azione dei soliti ignoti anche i lavori plus in piazza e i pannelli di sicurezza installati dalla ditta del cantiere che ha ridotto di molto la visuale offrendo una ottima copertura ai ladri, probabilmente, specializzati in questo tipo di furti. Questo episodio segue il furto perpretato appena 24 ore prima al ristorante "Il Grottino" attiguo al negozio di Grassi. A destare sconcerto è la vicinanza dei due locali presi di mira dai ladri alla Prefettura di Rieti e da Palazzo di Città distanmti appena un centinaio di metri. In altre parole i ladri hanno agito indisturbati nel cuore della città, a pochi metri da palazzi sede di istituzioni e quindi teoricamente soggetti a controlli da parte delle forze dell'ordine. Sul posto per i rilievi del caso gli uomini della Scientifica e della Volante della Questura di Rieti. Confcommercio E questo nuovo furto ad un esercizio commerciale del centro storico ha costretto Confcommercio ad intervenire in modo perentorio. “Nell'esprimere vicinanza alle aziende colpite - fa sapere il presidente di Confcommercio, Leonardo Tosti - riteniamo opportuno sottolineare come tra le cause che hanno favorito gli episodi possono essere inclusi i cantieri del Plus che avendo installato barriere di protezione esageratamente alte isolano le attività commerciali che ricadono nei cantieri stessi, la desertificazione del centro cittadino, le peggiorate condizioni economiche generali causa di un aumento considerevole dei furti in negozi e appartamenti. Per questo - conclude Tosti - avevamo chiesto la sospensione della Ztl durante i lavori del Plus e maggiori controlli da parte di tutte le forze dell'ordine”.