Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Esami di maturità, a Rieti esame orale per 1.199 studenti. Lunedì 15 giugno il sorteggio

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Esami di maturità, a Rieti esame orale per 1199 studenti. Lunedì 15 giugno il sorteggio. Una maturità impensabile a settembre quella che tra pochi giorni prenderà il via e che lascerà un segno nei docenti e nei maturandi per le procedure e le modalità. Per i 1199 maturandi reatini, così come per tutti gli altri in Italia, mercoledì 17 si riapriranno le porte degli istituti scolastici serrate il 5 marzo a causa del covid19. Lunedì 15 si riuniranno invece le commissioni d'esame alle 8:30 per estrarre la lettera e determinare così il calendario degli esami che saranno solo orali. Una volta stabilito il calendario  le scuole dovranno comunicarlo sul sito d'Istituto e con mail al candidato mediante il registro elettronico. Per approfondire leggi anche: Esami di maturità, ecco come si svolgeranno Il colloquio partirà per tutti dall'elaborato sulle materie d'indirizzo, su un tema assegnato proprio dai professori di quelle discipline. 60 minuti ad alunno: questo il tempo per discutere, argomentare e dare prova delle proprie conoscenze e capacità davanti alla commissione formata da tutti membri interni eccezion fatta per il presidente. Gli studenti dovranno poi passare al l'analisi di un testo di letteratura italiana (tra quelli affrontati con i docenti durante l'anno), quindi alla discussione multidisciplinare sui materiali predisposti dalla commissione, per finire con la relazione sui PCTO (ex alternanza scuola lavoro) e con le domande su Cittadinanza e Costituzione. Proprio su quest'ultimo argomento la dirigente dell'Istituto Superiore Luigi di Savoia, Maria Rita Pitoni, ha più volte tenuto a ribadire  ai suoi studenti di “integrarlo nel discorso generale”. “Per gli studenti questa maturità è una incognita – ha sottolineato la Pitoni, che non sarà nel suo istituto ma andrà come presidente di commissione a Magliano - “è una nuova modalità cui non sono abituati e soprattutto non sono abituati ad argomentare per un tempo tanto lungo ”. Il giorno degli esami i candidati dovranno presentarsi a scuola 15 minuti prima dell'orario di inizio del loro orale e , per evitare assembramenti , uscire subito dopo la fine della prova. Ogni candidato potrà avere solo un accompagnatore, con mascherina, e dovrà firmare un'autodichiarazione sulle condizioni di salute. Tutti dovranno osservare le misure di sicurezza attivate secondo un protocollo scolastico elaborato in base alle Ordinanze ministeriali dai dirigenti scolastici. “Sono stati formati i collaboratori sul comportamento da tenere e sulla pulizia degli ambienti – ha sottolineato la Pitoni – sono stati fatti sopralluoghi e studiati i percorsi: tutto è tracciato. Abbiamo a scuola i termometri laser e oltre ad aver formato due docenti grazie alla disponibilità della Croce Rossa è stata anche inoltrata una richiesta tramite Ufficio scolastico regionale per avere un operatore di Croce Rossa nelle sedi d'esame”.