Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Sicurezza, controlli a tappeto a Passo Corese: 250 persone identificate dalla polizia

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Sicurezza, controlli a tappeto a Passo Corese: 250 persone identificate dalla polizia. Controlli a tappeto nell'abitato di Passo Corese, che dopo i fatti della scorsa settimana, la lite finita con un accoltellamento all'interno del centralissimo “Vertigo Lounge Bar” di Piazza Santa Croce, è osservato speciale da parte della Questura di Rieti. E' stato lo stesso comando provinciale della Polizia di Stato, infatti, a disporre un diffuso e capillare pattugliamento della più popolosa tra le frazioni di Fara Sabina, soprattutto nel fine settimana, quando, con la fine del lockdown e la ripresa della vita di tutti i giorni (o quasi), centinaia di giovani affollano bar e locali del centro cittadino. Per approfondire leggi anche: Ragazzo accoltellato, tre arresti e una denuncia E sono stati proprio i luoghi della movida al centro delle operazioni di controllo, partite questo week-end: solo nella serata di venerdì numerose pattuglie della squadra Volante della Questura reatina, coadiuvate dagli agenti del posto di polizia di Passo Corese e del Servizio di Prevenzione Anticrimine di Roma Settebagni, hanno pattugliato l'area di Piazza della Libertà e Piazza Salvo D'Acquisto, e la zona di via XXI Aprile e quella di via Servilia, controllando ed identificando circa 250 persone, per lo più giovani e giovanissimi del territorio durante attività mirate e posti di blocco per le strade del paese. L'attività è andata avanti per ore, fino a tarda serata, e proseguirà anche nei prossimi giorni, come prima, importante risposta alla richiesta di una maggior presenza di istituzioni e forze dell'ordine sul territorio da una grossa parte della cittadinanza coresina, che ha visto i fatti del Vertigo Lounge Bar come epilogo quasi scontato di una situazione di insofferenza che si vive all'interno di alcune comitive che affollano il centro di Passo Corese. SERVIZIO COMPLETO SUL CORRIERE DI RIETI DEL 14 GIUGNO E NELL'EDICOLA DIGITALE