Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Funzionario psicologico in Comune, la Uil: "Atti assunzione da revocare"

default_image

Marco Fuggetta
  • a
  • a
  • a

A chi si chiedeva se i sindacati esistessero ancora al Comune di Rieti, oppure si occupassero ormai solo di Azienda sanitaria e altri enti e aziende pubbliche della provincia, la Uil risponde “presente” e fa scoppiare una nuova grana per la maggioranza chiedendo la revoca degli atti "per violazione di legge" delle procedure di assunzione di personale a tempo indeterminato mediante mobilità. La richiesta è del segretario Valter De Santis, che ha inviato una lettera al sindaco, all'assessore al personale e alla segretaria generale, nella quale si fa riferimento alla determina dirigenziale del 24 dicembre "con la quale si procede all'ammissione ed esclusione di domande pervenute a seguito dell'avviso per l'assunzione di un funzionario per mobilità". E questo nonostante la legge di stabilità 2015 abbia disposto "il divieto di assunzioni per Regioni ed Enti locali per gli anni 2015 e 2016 di personale diverso da quello delle Province in soprannumero, con la sola eccezione dei vincitori di concorso collocati in graduatorie approvate al 31 dicembre 2014". La Uil evidenzia che con il relativo avviso, sempre del 24 dicembre e in scadenza il 20 gennaio, si convocano proprio per quest'ultima data i candidati ammessi per il colloquio di selezione. "La data di assunzione dei citati atti lascia perplessi in quanto le disposizioni della legge di stabilità 2015 erano note a tutti - scrive De Santis - anche se ancora non pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale. Buon senso e ragionevolezza avrebbero dovuto suggerire prudenza nell'adozione di atti in considerazione delle novità in tema di assunzioni per Regioni ed enti locali. Ma ciò non è stato". Per la cronaca, il posto in oggetto sarebbe quello per un funzionario psicologico.