Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus fase 2, il Comune di Poggio Mirteto si confronta in teleconferenza con 30 imprenditori

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Coronavirus fase 2, il Comune di Poggio Mirteto si confronta in teleconferenza con 30 imprenditori. Oltre 30 partecipanti per assistere giovedì 7 maggio alla riunione con le attività produttive indetta dal Comune di Poggio Mirteto in videoconferenza. "Chiara la volontà emersa degli interlocutori di collaborare in questo periodo estremamente difficile. - fa sapere l'amministrazione comunale. - Alcuni degli argomenti trattati sono le imposte locali: Tari, Tosap e pubblicità, la razionalizzazione della viabilità, il marketing territoriale e la valorizzazione del centro storico e dei percorsi naturalistici. Si è inoltre parlato della necessità di sensibilizzare le categorie professionali nel realizzare vademecum agili al fine di permettere di apprendere le regole per una riapertura in sicurezza delle attività. Un ulteriore tema affrontato è sto quello della digitalizzazione delle imprese, ad esempio i sistemi di fidelizzazione e di cashback. Il sindaco Giancarlo Micarelli e l'amministrazione comunale ringraziano tutti coloro che hanno dato il loro contributo nel corso della riunione". La proposta un incontro su questo tema era stata fatta da Rachele Tassi, consigliere di minoranza del gruppo "Impegno Comune": "Siamo contenti di questa riunione, augurandoci che sia la prima di una serie di riunioni produttive e pratiche. Visto che dobbiamo affrontare la fase 2, è giusto che le istituzioni ascoltino i diretti interessati per cucire un vestito su misura per loro. Chi meglio di loro potrebbe darci dei consigli pratici? Dobbiamo supportarli e trovare insieme delle soluzioni che siano fattibili anche a livello di bilancio comunale". Per approfondire leggi anche: I vigili del fuoco di Poggio Mirteto donano pacchi alimentari Soddisfatto anche il gruppo di minoranza "Noi per Poggio Mirteto": "Ci auguriamo che l'incontro di ieri sia il primo di una lunga serie. - dice il consigliere Alberto De Santis - Un tentativo sicuramente costruttivo che auspichiamo possa registrare, le prossime volte, una partecipazione più ampia e rappresentativa. Il confronto è sempre positivo. In futuro sarà sempre più necessario operare con determinazione in difesa degli interessi della nostra comunità e delle sue attività produttive. Siamo convinti che da momenti di crisi possano nascere opportunità".