Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sicurezza, a Monterotondo in arrivo 10 telecamere per controllare parchi e scuole

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Sicurezza, a Monterotondo in arrivo 10 telecamere per controllare parchi e scuole. In arrivo a Monterotondo 10 telecamere di videosorveglianza che verranno installate in 5 luoghi sensibili della città. È quanto prevede il progetto “Scuole Sicure 2020-21” al quale ha partecipato il Comune di Monterotondo. Nella richiesta di finanziamento, il sindaco Riccardo Varone ha sottolineato come il progetto serva alla città soprattutto per contrastare lo spaccio di sostanza stupefacenti tra i più giovani. Nel documento prodotto per la richiesta di partecipazione al progetto, il Comune scrive che “i minori costituiscono una popolazione che necessita di particolare attenzione, tanto per il fatto che un ingresso precoce nel consumo di sostanze stupefacenti aumenta la probabilità di un uso problematico in età adulta, quanto per l'elevata propensione dei giovanissimi alla cosiddetta “prova”. Infatti – si legge ancora – l'uso sperimentale di sostanze stupefacenti sembra coinvolgere un elevato numero di studenti minorenni frequentanti le scuole superiore. Fenomeno, questo, confermato dai dati forniti dalle Forze dell'Ordine”. Per approfondire leggi anche: A Monterotondo riaperti i parchi, ma c'è il numero chiuso Le dieci telecamere saranno installate al Parco Arcobaleno (3 telecamere), sua via Marzabotto per l'Istituto Professionale Luigi DI Liegro (una telecamera), all'esterno dell'Istituo Angelo Frammartino (2 telecamere) e del Liceo Peano (3 telecamere). Infine una telecamera alla succursale del Cardano dell'Istituto Piazza della Resistenza. Gli obiettivi saranno sempre attivi e collegati con la Centrale della Polizia Locale, per un costo totale di 26mila euro. Benissimo, ovviamente, l'installazione di telecamere per prevenire l'uso di droghe tra i più giovani.