Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Regionale Inps Lazio: invece che tagliati i fondi andrebbero potenziati

Esplora:

Leonardo Ranalli
  • a
  • a
  • a

Si è svolto presso la sede Inps di Rieti un presidio con volantinaggio e raccolta firme organizzato dai sindacati provinciale per protestare contro il taglio del Governo previsto nella legge di stabilità ai patronati. Una delegazione è stata ricevuta dal presidente provinciale del comitato e dalla direttrice dell'Inps con i quali sono state condivise le preoccupazioni del caso. L'iniziativa, che proseguirà sabato 15 novembre presso il Perseo, ha comunque avuto seguito e in questo senso il comitato regionale Inps del Lazio ha presentato un ordine del giorno per chiedere al Governo di togliere il taglio previsto ai patronati di 150 milioni di euro. “È evidente - sottolineano dal comitato - che questa scelta è un altro pezzo che si aggiunge a quelle di impoverimento e destrutturazione dello stato sociale in atto da tempo. La funzione e il ruolo dei patronati non hanno bisogno di essere dimostrate: sono stati e sono un supporto indispensabile per aiutare le fasce più deboli della popolazione a fruire dei diritti previsti dalle leggi di questo Paese e dallo stato sociale. In presenza di una macchina burocratica spesso complicata - concludono - il ruolo dei patronati andrebbe potenziato e non ridimensionato e in questo caso basta pensare a quanto accaduto al processo di telematizzazione dell'Inps e alle difficoltà che introduce per molti”.