Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Coronavirus, il vescovo di Rieti sprona fedeli via streming: "In casa non restate in pigiama". Il video

default_image

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Coronavirus, il vescovo di Rieti sprona i fedeli via streaming: "In casa non restate in pigiama". "Per cominciare dal tempo -ha detto monsignor Domenico Pompili durante una diretta su Facebook - è bene provare a dargli un ritmo nuovo, scandendo l'inizio e la fine della giornata; il lavoro domestico, lo smart working e le lezioni on line dei figli. Ad esempio, non è il massimo - e non solo per problemi estetici - stare in pigiama dal mattino alla sera. Vestirsi, lavarsi, muoversi un minimo, aiuta a riconfigurare il tempo. E a mettere in funzione il cervello. Oltre a sollevare l'animo". Leggi anche: Altri due contagiati a Fara "Oltre al tempo - riflette Pompili - si è modificato di colpo anche lo spazio: troppo angusto e comunque sempre lo stesso. Il problema è che non possiamo ragionevolmente pensare che si possa già domani tornare a com'era prima. Per questo occorre pazientemente riconfigurare il tempo e lo spazio del quotidiano. Non resta che provare ad evadere… con il pensiero e con la tecnologia. Dal telefono alle chiamate via Skype, che specie per chi vive da solo e per gli anziani sono un toccasana per non avvertire oltre la distanza fisica anche quella emotiva e psicologica. Per non sclerare, insomma bisogna respirare, pensare, pregare. Ciascuna di queste azioni occupa il tempo e dilata lo spazio". Il video