Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus in Sabina, quattro nuovi casi a Monterotondo

Luca Feliziani
  • a
  • a
  • a

Ieri domenica 15 marzo, altri quattro casi di contagi da Coronavirus, in totale fanno otto. Il sindaco di Monterotondo Riccardo Varone ha firmato un'ordinanza con la quale si impone una nuova stretta per contenere la proliferazione del corona virus. Il primo cittadino ha deciso infatti di mettere i “lucchetti” a tutti gli spazi pubblici, anche alle fontane della città per evitare altri contatti indesiderati tra i cittadini. Di sicuro non si tratta di una misura che andrà ad incidere sulla vita delle persone, già messe a dura prova. Questa scelta, però, regala l'ennesima fotografia di un momento a tratti surreale. Nell'ordinanza si legge che “le fontane pubbliche sul territorio e i gabbiotti di erogazione di acqua depurata, relativi al progetto “Casa dell'Acqua”, potrebbero essere ulteriore strumento di contagio per la popolazione, nonché nella seconda fattispecie, essere luoghi di assembramento ove si potrebbero non rispettare le misure minime di sicurezza relative alla distanza interpersonale di almeno un metro, condizione essenziale per contenere la diffusione del contagio”. Non verranno chiusi, quindi, soltanto i “nasoni”. A chiudere i battenti anche le case dell'acqua che erogano acqua depurata, installati in città ormai da diversi anni. Sono esclusi da questa ordinanza i fontanoni che si trovano in zone di campagne, utilizzate per abbeverare gli animali. Intanto, nella serata tra sabato e domenica, è stato effettuato il secondo intervento di sanificazione dei luoghi sensibili.