Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Amatrice, via al processo per il crollo della palazzina ex Ina Casa

Luca Feliziani
  • a
  • a
  • a

Si è aperto questa mattina (6 febbraio) il processo per il crollo di una palazzina ex Ina Casa in piazza Sagnotti, ad Amatrice, dove il 24 agosto del 2016 persero la vita sette persone e ne rimasero gravemente ferite altre tre. L'udienza, tenutasi dinanzi al giudice Carlo Sabatini, vede imputate a vario titolo - per omicidio colposo, disastro colposo e lesioni personali colpose - sei persone, tra le quali l'ex sindaco di Amatrice e oggi consigliere regionale del Lazio, Sergio Pirozzi, accusato di aver permesso che i proprietari rientrassero nelle loro case. Gli altri imputati sono il progettista e direttore dei lavori, Ivo Carloni, tre tecnici del Genio civile - Valerio Lucarelli, Giovanni Conti e Maurizio Scacchi - e l'allora comandante dei vigili urbani di Amatrice, Gianfranco Salvatore. Fuori si è tenuto un sit-in a sostegno dei parenti di chi ha perso la vita sotto le macerie, organizzato dal comitato nazionale "Noi non dimentichiamo". "Siamo vicini ai familiari delle vittime - ha detto la presidente del comitato della Casa dello studente dell'Aquila, Antonietta Centofanti - in un momento difficile e doloroso quale è l'inizio di un percorso processuale.