Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Senato, Casellati incontra i sindaci del cratere: “Accelerare la ricostruzione”

Esplora:

Luigi Spaghetti
  • a
  • a
  • a

“Il grido d'allarme delle popolazioni colpite dal terremoto va ascoltato e recepito con urgenza da parte delle istituzioni e della politica. L'Italia non può essere campione nell'emergenza e tartaruga nella ricostruzione. Ne va della vita delle persone e della stessa credibilità del nostro Paese”. Così la presidente del Senato, Elisabetta Casellati, che ha incontrato oggi a Palazzo Madama una delegazione dell'Anci (associazione nazionale comuni italiani) rappresentativa delle regioni colpite tra anni e mezzo fa dal terremoto, tra loro anche il sindaco di Amatrice, Antonio Fontanella. Per Casellati “è incomprensibile che dei 22 miliardi di euro stanziati per Marche, Umbria, Lazio e Abruzzo, dal 2016 ad oggi sia stato possibile utilizzare appena 49 milioni a causa di procedure lunghe e burocratiche. La rinascita sociale, economica e culturale di quelle terre martoriate dipende esclusivamente dalla celerità della ricostruzione attraverso normative simili a quelle dell'emergenza”, aggiunge esprimendo l'auspicio “che il Parlamento e il Governo si facciano carico di dare al più presto risposte tempestive ed efficaci alle comunità così duramente colpite dagli eventi sismici e provate da oltre tre anni di attesa e di disagi”. I sindaci del cratere hanno fatto presente che “a fronte di 22 miliardi di euro disponibili per la ricostruzione, dal 2016 a oggi, ne sono stati spesi solo 200 milioni e di questi solo 49 milioni per le opere pubbliche, a causa di procedure lunghe e burocratiche”. Infine, la delegazione ha chiesto che “venga sciolto il nodo della nomina del nuovo commissario straordinario, in quanto sembra che l'attuale commissario straordinario alla ricostruzione, Piero Farabollini non verrà riconfermato”.