Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, troppa nebbia: il treno non vede la stazione e non si ferma

Luca Feliziani
  • a
  • a
  • a

Nella travagliata storia della linea metropolitana Orte-Fara Sabina-Roma, che ne ha viste davvero di cotte e di crude, nel bene o nel male, una cosa del genere ancora non si era mai sentita. Ovvero che un treno “mancasse” una fermata di qualche centinaio di metri per via della nebbia, che in quel momento avrebbe reso pressoché invisibili le banchine con i pendolari in attesa. Sembra incredibile, ed invece è accaduto nei giorni scorsi allo scalo di Stimigliano, una delle tante fermate dove ogni giorno migliaia di pendolari reatini si mettono in viaggio verso la capitale, per studio, lavoro o semplice svago. La storia, pubblicata nelle pagine social dedicate alla linea ferroviaria FL1, è diventata subito virale, con tanto di foto al seguito. Secondo il racconto dei pendolari presenti il treno metropolitano delle 9 di mattina proveniente da Orte e diretto a Fiumicino Aeroporto si è fermato un centinaio di metri più in avanti rispetto al marciapiede dove sostavano le persone in attesa. Un piccolo incidente, che fortunatamente non ha avuto grandi conseguenze, in quanto il treno si è poi effettivamente fermato, facendo salire gli utenti, e ripartendo alla volta della Capitale senza particolare ritardo. Ma cosa è successo in quei momenti? Il racconto prosegue con le parole riportate da uno dei macchinisti alla guida del convoglio, che avrebbe imputato la svista alla giovane età del collega. Il quale, sempre secondo i presenti, non avrebbe visto le banchine, e con esse l'intera stazione, per via della fitta nebbia, e non conoscendo ancora la tratta, avrebbe proseguito la sua corsa, per poi essere avvisato della sosta da fare. Della serie “così è, se vi pare”. Paolo Giomi