Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Multe per 4 milioni, ma il Comune di Rieti incassa solo 440 mila euro

Luigi Spaghetti
  • a
  • a
  • a

Sono più di 4 milioni di sanzioni, multe stradali e imposte che il Comune di Rieti vanta nel 2018 dei quali riesce ad incassare poco più del 10%. È il dato emerso dallo studio pubblicato da Il Sole 24 Ore che vede Rieti tra le città che riesce a incassare meno di quanto dovrebbe, dietro Catania (5,3%) e Brindisi (9,7%). Per l'esattezza l'amministrazione comunale nel 2018 (la rilevazione 2019 si fa ad aprile) vanta 4.382.772 euro di multe da incassare, cioè 92,96 euro pro capite da versare alle casse di Palazzo di città. Ma nelle già anemiche casse sono entrati solo 440mila euro (10,1% del totale). Rieti è ampiamente sotto la media nazionale di riscossione (37,1%), ma è in linea con gli esborsi pro capite in tutta Italia. Chiaramente quel che il Comune non incassa, rientra nei meccanismi di recupero coattivo che però si perderebbe nelle maglie dei rimandi normativi, soprattutto al Codice della Strada, mettendo a rischio la capacità dei Comuni di recuperare crediti che andrebbero poi reinvestiti su servizi e non solo. Ad affondare il colpo è l'opposizione che parla di “ennesima bocciatura dalle pagine de Il Sole 24 Ore. Questo lassismo amministrativo, sul tema delle riscossioni - sottolineano da Rieti Città Futura, Psi Possibile e Pd -, rischia di condurre il nostro ente comunale verso il disastro finanziario. Colpevolmente, fino ad oggi, non si è voluta ascoltare la voce della minoranza che da oltre due anni, suggerisce l'istituzione di un ufficio interno volto al recupero delle risorse finanziarie. Al contrario si è prodotta una politica del personale autolesionistica con una confusione, mai vista prima d'ora, nella gestione organizzativa dell'ente” concludono dalla minoranza.