Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Rieti, 70 figuranti a Labro per il Presepe vivente

Luca Feliziani
  • a
  • a
  • a

Fino al 6 gennaio tanti gli appuntamenti a Labro che concluderanno la rassegna "Natale delle meraviglie". Oggi oltre 70 figuranti in abiti d'epoca condurranno i turisti attraverso un viaggio nel tempo, una ricostruzione del primo Presepe che San Francesco realizzò nel 1223 proprio in questa valle. Alle 18 spazio alla musica tra canto lirico e della tradizione folkloristica, per dare il benvenuto al nuovo anno. Domani, dalle 16, nella sala del Torrione si svolgerà il "Mercato del dono", uno spazio per i bambini che con materiali di recupero potranno creare oggetti da scambiare. Alle 18,30, al teatrino comunale, lo spettacolo "Due monete per il paese delle meraviglie", rappresentazione a cura dell'associazione teatrale Artò, scritta e diretta da Silvia Imperi e Riccardo Bartoletti. Partendo dalla celeberrima "Alice nel Paese delle Meraviglie" di Carroll, quest'opera propone una riflessione sui temi dell'ecosostenibilità, del baratto e del dono, raccontati ai bambini attraverso una serie di rocambolesche avventure e incontri con personaggi fiabeschi. Il giorno dell'Epifania, dalle 15, i più piccoli potranno portare una calza che sarà riempita con tanti doni; alle 16,30 si scriverà tutti insieme una letterina alla Befana; alle 18 la rassegna si chiuderà con "A Natale per sbaglio", spettacolo che racconta di una prova per il concerto di Natale, una storia di paradossi ed equivoci che portano una musicista, una pianista e un rinomato regista a scontrarsi con un'attrice di quart'ordine, finita, non si sa come, sul palcoscenico. Gli spettacoli sono a ingresso gratuito.