Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

La Lega di Rieti sospende il sindaco di Fara Sabina Davide Basilicata dal coordinamento

Luigi Spaghetti
  • a
  • a
  • a

Il rimpasto della giunta comunale manda nel caos la maggioranza politica del Comune di Fara Sabina, con il sindaco Davide Basilicata momentaneamente “sospeso” dal coordinamento provinciale della Lega e le segreterie delle altre forze di maggioranza, Forza Italia e Fratelli d'Italia, sul piede di guerra. Quando si dice che la toppa è peggio del buco. La riassegnazione delle cariche all'interno della giunta farense, arrivata in un momento di forti contrasti e tensioni interne, avrebbe dovuto ridare slancio e invece, se possibile, il primo cittadino farense, agendo in solitaria e senza alcun confronto interno né nel suo partito né tra le forze di maggioranza, riesce a disgregare ancora di più quella poca coesione ancora rimasta. Succede tutto nel giro di 48 ore, nelle quali Basilicata rende ufficiale il rimpasto di giunta attraverso la ridistribuzione degli incarichi assessorili. E qui le prime grane, a partire dall'estromissione del vicesindaco ed ex assessore al bilancio Roberta Cuneo, che non solo rappresenta la futura candidata alla fascia tricolore nel 2021, ma che sarebbe anche il nuovo volto forte scelto dalla Lega su Fara Sabina, in sostituzione proprio di Basilicata. Non solo. Con un'altra mossa a sorpresa, il sindaco dà il benservito a un altro pezzo forte della giunta, l'ex assessore ai lavori pubblici Tony La Torre, da sempre al fianco di Basilicata in ogni avventura politica e oggi più che mai distante dall'ormai ex mentore politico. Senza contare che facendo fuori La Torre, la maggioranza farense perde anche ogni rappresentanza di Forza Italia. A tutto questo si aggiunge il rafforzamento di Marco Marinangeli, unico assessore ad ottenere la sfiducia del consiglio comunale, e ciò nonostante investito della pesante delega al bilancio. Passano poche ore e la segreteria provinciale della Lega, capitanata da Paolo Mattei, che nulla sapeva del rimpasto di giunta in arrivo a Fara, sospende Basilicata con una nota ufficiale, mentre il coordinamento di Fratelli D'Italia chiede al sindaco un incontro urgente per verificare gli equilibri della maggioranza di governo. Dando il via libera ad una profonda crisi che, c'è da starne certi, lascerà strascichi profondi sul futuro politico del centrodestra in terra farense. Paolo Giomi