Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Santa Barbara nel mondo, apertura col concerto della banda della Guardia di Finanza

Luigi Spaghetti
  • a
  • a
  • a

Nella basilica Santa Croce in Gerusalemme a Roma, si è tenuto il concerto della Banda Musicale Guardia di Finanza, che ha ufficialmente aperto la ventunesima edizione di Santa Barbara nel Mondo. L'evento, organizzato dall'omonima associazione culturale, si è svolto in memoria di don Giovanni Minozzi e in onore di tutto il territorio amatriciano. Presenti anche il sindaco di Amatrice, Fontanella ed il vice sindaco Bufacchi. Nel corso della serata conferito riconoscimento alla Guardia di Finanza: “per l'encomiabile e concreta opera di intervento a favore delle popolazioni colpite dal sisma e l'azione di vigilanza per la promozione del valore costituzionale della legalità”. Ha ritirato il premio il Comandante Provinciale Michele Giovanni Messa alla presenza del Comandante regionale del Lazio Generale Michele Carbone. Molti i finanzieri del comando di Rieti presenti al concerto. Il secondo riconoscimento è andato alla Fondazione Varrone “per la promozione della solidarietà umana attraverso i progetti nelle aree terremotate e le iniziative a favore delle popolazioni colpite dal sisma”. Ha ritirato il premio Giuseppe Balloni, consigliere di amministrazione delegato dal presidente Antonio D'Onofrio. Speciali riconoscimenti sono andati all'Opera mezzogiorno e alla Famiglia Discepoli, entrambi fondati da don Minozzi. Hanno ritirato il premio don Savino D'Amelio, superiore generale, e don Cesare Faiazza, vicario generale. Un ringraziamento da parte dell'Associazione Santa Barbara nel Mondo va all'Associazione Nazionale Partigiani Cristiani che collabora con eventi culturali a Rieti, a favore degli alunni delle scuole superiori. Ha ritirato il riconoscimento la vice presidente nazionale Maria Cristina Olini. Significativi il Premio “Brava Barbara” a Barbara Nazzaro, direttore tecnico del Colosseo ed il Premio “Come Barbara” al regista Alessandro di Gregorio per il film “Frontiera” vincitore del Premio David di Donatello 2019.