michele cucuzza bianco e nero

Il decalogo del lasciarsi "bene"

21.07.2017 - 12:12

0

“Quando si esaurisce un amore, la stella che si spegne può generare un buio interiore tale da richiedere - per l’equilibrio psichico - un attento e responsabile lavoro di elaborazione personale e collettivo, per superare il lutto che ogni fine comporta”. Sarebbe bello se andasse sempre così.
Senza, soprattutto, rancori, ripicche, vendette.
In tempi di femminicidi e violenze dilaganti sulle donne arriva, in controtendenza, un prezioso decalogo del “lasciarsi bene”.
Lo ha compilato, con una serie di testimonianze a corredo, Maria Rita Parsi, psicoterapeuta, docente e componente del Comitato ONU per i diritti dell'infanzia (“Se non ti amo più” Mondadori).
Cominciamo dall'inizio: l'amore eterno non esiste? Ci dobbiamo arrendere dopo secoli di romanticismo?
“L’unico amore per sempre è l'esercizio dell’amare: l’amore può finire, finisce.
‘Per sempre’ sta a significare che l’amore ha una forza talmente grande, propulsiva, di tutela, di protezione, di arginamento dell'angoscia di morte che dobbiamo pensare che non si esaurirà mai: è la condizione neurochimica e neuropsichica che ci permette di sentirci protetti, originata dal contenimento che alla nascita abbiamo avuto dalla madre o da altre figure affettive di riferimento”.
Allora cosa rende così dolorosa la fine di un amore?
“La condizione di solitudine, di privazione che viviamo e che rimanda alle paure abbandoniche iniziali, all’angoscia di morte.
Quando una storia finisce, anche piccola, un amore per caso, per sbaglio, è comunque un trauma: si può riparare con la possibilità non solo di amare ancora, ma anche di capire perché è arrivato il momento in cui quella stella si è spenta”.
Da qui a dire che la rottura di un legame può diventare un risorsa ce ne corre davvero. O no?
“No, se riusciamo a conoscere come e perché abbiamo trasformato, fino a disperderlo, il patrimonio di speranza che l'amore contiene: cogliere il significato che ha per noi quel cambiamento voluto o subìto, vuol dire avere nelle mani il segreto dell’esistenza”.
E i figli? Soffrono senza colpa.
“Subendo i cambiamenti provano stress molto forti.
Ma se i genitori sanno dare l'esempio, lasciandosi senza scatenare guerre, senza distruggere la figura dell’ex partner, senza maledire l’amore finito, ma cercando di imparare dal negativo, facendone una lezione di vita, anche i figli imparano: la risorsa della trasformazione batte la paura, il tempo perduto, l’angoscia di morte.
Sì, si muore ma poi si risorge, sì le cose finiscono ma l’amore non muore mai”.
Di qui il decalogo, contenuto nel suo libro, del lasciarsi bene.
Con la sacrosanta attenzione da dedicare ai figli, ma non solo.
“La prima cosa è il non mancare di rispetto a se stessi mancando di rispetto al partner. Può essere stato deleterio, negativo ma lasciandolo in modo dignitoso, coraggioso, si dà un esempio formidabile ai figli.
Lasciarsi deve diventare un’arte: senza il ricatto dello stalkeraggio, dell’umiliazione, delle calunnie. E del denaro: tutti i giorni ho davanti casi di partner ricattati attraverso il denaro con i ‘ti punisco, ti penalizzo, mi faccio risarcire’.
Il rispetto, comunque siano andate le cose, salva dalla guerra dei Roses, che finisce sempre in un modo, male”.
Eppure la vendetta violenta può essere costantemente in agguato: “bisogna liberarsi dai sensi di colpa che costringono a subire la violenza.
Lavorare sull’autostima ci aiuta anche a incontrare persone che sanno cos'è il rispetto. Pure quando vivono l’angoscia dell’essere abbandonati”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Maltempo Venezia, Conte: "Dopo istruttoria tecnica ristoro danni"

Maltempo Venezia, Conte: "Dopo istruttoria tecnica ristoro danni"

(Agenzia Vista) Venezia, 13 novembre 2019 Maltempo Venezia, Conte: "Dopo istruttoria tecnica ristoro danni" Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in conferenza stampa con il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti. Paola De Micheli, dopo aver partecipato a una riunione tecnica a Venezia dopo l'acqua alta di ieri Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Conte: "Completare Mose a breve"

Conte: "Completare Mose a breve"

(Agenzia Vista) Venezia, 13 novembre 2019 Conte: "Completare Mose a breve" Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in conferenza stampa con il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti. Paola De Micheli, dopo aver partecipato a una riunione tecnica a Venezia dopo l'acqua alta di ieri Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Venezia, De Micheli: "Mose deve essere completato"

Venezia, De Micheli: "Mose deve essere completato"

(Agenzia Vista) Venezia, 13 novembre 2019 Venezia, De Micheli: "Mose deve essere completato" Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in conferenza stampa con il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti. Paola De Micheli, dopo aver partecipato a una riunione tecnica a Venezia dopo l'acqua alta di ieri Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
ArcelorMIttal, Patuanelli: “Per M5S Senato no a scudo a tempo"

ArcelorMIttal, Patuanelli: “Per M5S Senato no a scudo a tempo"

(Agenzia Vista) Roma, 13 novembre 2019 ArcelorMIttal, Patuanelli: “Per M5S Senato no a scudo a tempo" “C’è stata una nota di smentita sullo scudo a tempo. Quindi c’è stata una discussione anche nel merito però quell’elemento non fa parte delle decisioni prese ieri. Nel corso dell’incontro del gruppo del senato, per garantire la produttività, la disponibilità è stata quella che discuterne. Deve ...

 
Elena Arvigo

CASPERIA

Al teatro "Non domandarmi di me, Marta mia"

Fa riferimento a uno dei carteggi più appassionanti e allo storia d’amore tra Luigi Pirandello e l’attrice Marta Abba lo spettacolo "Non domandarmi di me, Martia mia" di ...

07.11.2019

All'Auditorium San Giorgio dopo Savagnone concerto d'organo e percussioni

RIETI

All'Auditorium San Giorgio dopo Savagnone concerto d'organo e percussioni

La sfida di interessare ragazzi di diverse età ad un repertorio come quello contemporaneo colto, è perfettamente riuscita. Con il suo entusiasmo e con la freschezza e ...

26.10.2019

Conversazioni sul futuro, aspettando il mondo che verrà con Cristina Pozzi

RIETI

Conversazioni sul futuro, aspettando il mondo che verrà con Cristina Pozzi

Conversazioni sul futuro, uno sguardo sul mondo che verrà: si chiama così il nuovo progetto che la Fondazione Varrone propone alla città a partire da venerdì 25 ottobre. La ...

21.10.2019