michele cucuzza bianco e nero

Lo studioso italiano che ci dà coraggio

08.04.2017 - 17:29

0

Notizie estremamente incoraggianti nella lotta alle malattie neurodegenerative, quelle che - dal Parkinson all'Alzheimer - colpiscono milioni di persone in tutto il mondo. Arrivano da uno studioso italiano, Angelo Vescovi, neurobiologo, direttore scientifico a San Giovanni Rotondo dell'ospedale 'Casa sollievo della sofferenza di San Pio' che si occupa di sviluppare terapie sperimentali per le malattie neurologiche. Vescovi ripercorre i suoi lunghi anni di ricerca che hanno reso possibili le novità di oggi: 'non è vero' afferma 'che il cervello è fisso, immutabile e non si rigenera. Ha delle capacità limitate, ma le risorse ci sono'. E infatti Vescovi, con i colleghi canadesi Samuel Weiss e Brent Reynolds, già più di 20 anni fa ha scoperto che 'nel cervello, a differenza di quello che si era creduto per oltre un secolo, c'è una riserva di cellule in grado di riparare le lesioni del cervello stesso, le staminali cerebrali'. Premessa dalle conseguenze prima inimmaginabili, se si tiene conto dell'origine comune di tutte le malattie neurodegenerative, 'la morte delle cellule cerebrali, causata da traumi, ischemie, danni genetici, virus o batteri. L'unico rimedio efficace' chiarisce Vescovi 'non per curare i sintomi ma per risolvere alla radice i guasti è la sostituzione delle cellule morte, dei tessuti distrutti, con altre cellule nuove, derivate dalle staminali''. Scoperto il modo per estrarre queste cellule madri dal tessuto cerebrale, Vescovi ha realizzato un metodo tutto italiano, ad oggi l'unico al mondo, che permette di moltiplicarle, fuori dall'organismo, in un numero illimitato, per sostituire quelle andate distrutte. Con un lavoro certosino durato oltre vent'anni su queste cellule madri custodite in azoto liquido, Vescovi ha quindi trasformato le staminali cerebrali in veri e propri farmaci ed è finalmente passato alla loro sperimentazione insieme alla neurologa Letizia Mazzini: a Terni le ha trapiantate nel midollo spinale di alcuni ammalati di SLA (sclerosi laterale amiotrofica), la malattia che distrugge le cellule nervose che controllano il movimento, fino alla paralisi. Risultato: miglioramenti provvisori che Vescovi spera di prolungare con nuovi innesti. Ultimamente, in collaborazione con il neurologo Stefano Pluchino, Vescovi ha esteso il suo impegno alla sclerosi multipla secondaria progressiva, sindrome senza cura che provoca la perdita progressiva della funzione motoria. I primi risultati sono impressionanti: 'abbiamo iniettato le staminali in vena. Dove c'è la lesione cerebrale, le cellule escono dai vasi sanguigni, entrano nel tessuto nervoso, spengono il processo infiammatorio, attivano le cellule locali perché intervengano sulla lesione e loro stesse diventano cellule che riparano i danni provocati al cervello dall'attacco inconsulto del sistema immunitario'. Dopo questa entusiasmante sperimentazione sulla scimmia, Vescovi - che l'altro giorno ha parlato in commissione bicamerale sull'infanzia e l'adolescenza - ottenuta la necessaria autorizzazione, comincerà in poche settimane a effettuare lo stesso tipo di trapianti sull'uomo. Una sperimentazione che costerà 5 milioni, somma da ottenere con una grande campagna per la raccolta fondi. 'Siamo alla vigilia' commenta Vescovi 'di un modo radicalmente diverso di fare medicina: con le staminali non cureremo più il sintomo, ma la causa della malattia. Gli italiani mettono questa nuova tecnologia a disposizione dell'umanità'.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

I livornesi Siberia escono con "Tutti amiamo senza fine"

I livornesi Siberia escono con "Tutti amiamo senza fine"

Milano, 21 nov. (askanews) - Quattro giovani livornesi alla conquista del mondo della musica, i Siberia sono un gruppo promettente ed escono con l'album "Tutti amiamo senza fine", che segna un nuovo capitolo della loro carriera in cui parlano d'amore come racconta il cantante Eugenio Sournia. "Una volta che ci siamo resi conto che c'era un filo rosso e che la canzone "Tutti amiamo senza fine" era ...

 
"Il Peccato", Konchalovsky racconta i tormenti di Michelangelo

"Il Peccato", Konchalovsky racconta i tormenti di Michelangelo

Roma 22 nov. (askanews) - C'è il grande regista russo Andrei Konchalovsky a raccontare il genio di Michelangelo nel film "Il Peccato", interpretato da Alberto Testone, nei cinema dal 28 novembre. Nel kolossal girato in Italia per 14 settimane Konchalovsky ripercorre alcuni momenti della vita dell'artista ma non fa un biopic vero e proprio, racconta liberamente i fatti, con il suo sguardo ...

 
Mes, Di Maio: "Nessun battibecco con ministro Gualtieri"

Mes, Di Maio: "Nessun battibecco con ministro Gualtieri"

(Agenzia Vista) Castelvetrano, 22 novembre 2019 Mes, Di Maio: "Nessun battibecco con ministro Gualtieri" Le parole da Castelvetrano del ministro degli Esteri e capo politico del MoVimento 5 Stelle, Luigi Di Maio. Fonte: Facebook/Luigi Di Maio Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Lea T: parlare della pluralità di donne per poter essere liberi

Lea T: parlare della pluralità di donne per poter essere liberi

Milano, 22 nov. (askanews) - "Cominciare a dare potere all'universo femminile, cominciare a parlare di tutta questa pluralità di donne e di gender è fondamentale. Cominciare a parlare di tanti tipi di donne aumenta il discorso intellettivo riguardo a questi universi, con le persone che incominciano a identificarsi o meno in alcuni gruppi". Lo ha detto la modella trangender Lea T, prima portavoce ...

 
Presentata la stagione teatrale, al Flavio grandi interpreti e novità

RIETI

Presentata la stagione teatrale del Flavio

La stagione 2019-2020 del Teatro Flavio Vespasiano parte con una grande novità, figlia dello straordinario risultato in termini di numero di abbonati della passata stagione: ...

18.11.2019

Al teatro Flavio Vespasiano concerto di Natale con Imaani

RIETI

Al teatro Flavio concerto
di Natale con Imaani

Tempo di Natale, tempo di “Gospel & Jazz”! La rassegna, promossa dall’Associazione “D’altroCanto” e patrocinata dal Comune di Rieti, è giunta infatti, di sold out in sold out,...

18.11.2019

Renato Zero scatenato con i fans: "Bisogna darsi appuntamento anche per..."

Il concerto

Renato Zero scatenato con i fan: "Bisogna darsi appuntamento anche per..."

"Siamo ridotti così. Ormai bisogna darsi un appuntamento anche per...". Uno scatenato Renato Zero ringrazia i fans a modo suo durante il secondo concerto di Firenze in un ...

16.11.2019