michele cucuzza bianco e nero

Corsi di recupero per il 6 in Italiano

10.02.2017 - 11:48

0

Per favore, non facciamo finire in una bolla di sapone la denuncia contenuta nella lettera aperta di 600 docenti universitari inviata al presidente del Consiglio, alla ministra dell’Istruzione e al Parlamento: “troppi ragazzi scrivono male in italiano, leggono poco e faticano a esprimersi oralmente, con errori appena tollerabili in terza elementare. 

Alcuni atenei hanno persino attivato corsi di recupero di lingua italiana”. Apriti cielo, nella terra di Dante. E delle polemiche. Ed ecco, immancabile, l’inseguirsi e il rinfacciarsi delle accuse: è colpa della scuola permissiva e sessantottina che non boccia mai; no, sono i giornalisti e i media che non sanno esprimersi correttamente; la responsabilità è di internet, dei social con i post obbligatoriamente brevi che costringono a sintesi impossibili; e pure del T9, il correttore automatico dei messaggini.
E così via: intanto c’è chi come il sito studenti.it si è dato da fare per evidenziare gli errori e i dubbi più comuni dei nostri giovani (e non solo).
Per esempio: da o dà, si o sì, un amico o un’amico, qual è o qual’è, un po’ o un pò, se stesso o sé stesso, dasse o desse, proficuo o profiquo e così via in un crescendo di orrori, fino agli scambi più inquietanti: a oppure ha, e o meglio è? Aiuto. In verità non è la prima volta che l’allarme viene lanciato e non solo a scuola. Sette anni fa in croce erano finiti i futuri procuratori legali; rileggiamo “La Stampa. it” del 15 febbraio 2010: “habbiamo” invece di abbiamo. Oppure “correzzione” con due zeta. O “violenza delle norme” anziché “violazione” delle norme. Gli strafalcioni commessi dagli aspiranti avvocati alle prove d’esame per l’ammissione all’albo comparivano proprio su “La Stampa.it”.
Uno dei commissario dichiarava: “per un motivo o per un altro, abbiamo mandato all’orale solo una media di tre candidati su dieci. E con grande fatica”. Cosa si è fatto in questi anni per cambiare le cose? Nulla di sostanziale, che ci risulti. Né possiamo consolarci invocando il consueto “così fan tutti”, e mica solo nella lingua madre, ricordando ad esempio che già nel 2004 gli studenti liceali americani avevano avuto pessimi risultati a confronto con gli studenti di altri Paesi, soprattutto cinesi, nei compiti di matematica e scienze al punto da spingere le autorità scolastiche statunitensi a importare dalla Cina programmi di studio e insegnamento. In particolare, già 13 anni fa, gli studenti Usa non erano più leader mondiali ma erano scivolati fino al 28esimo posto nella prova di matematica. L’Italia non poteva neanche allora rallegrarsi: i nostri studenti erano arrivati dietro gli americani. Ne è passata di acqua sotto i ponti ma - tornando agli errori d’italiano dei nostri giovani - oggi le cose non sono cambiate se non peggiorate. I nostri ragazzi non sanno scrivere perché non leggono, né a scuola né a casa, in famiglia: un italiano su 5 - ci racconta l’Istat - non sfoglia mai un giornale e non legge libri. Non solo: nella vulgata del senso comune che si diffonde anche in politica l’ignoranza è percepita come innocenza, come estraneità alla paccottiglia del passato, anche il più recente, con il quale non ci si vuole “sporcare” e che dunque si rifiuta in toto, paradossalmente anche nella correttezza del proprio esprimersi. Come meravigliarsi poi del dilagare delle “fake news”? Chi ha voglia di controllarne la veridicità se fa fatica persino a comunicarle e, a questo punto c0è da crederlo, persino a capirle? Al contrario, conoscere la propria lingua significa aver voglia di tenersi aggiornati, di approfondire, di affermare se stessi e la propria indipendenza alimentando spirito critico e cura. Visti i tempi, nell'epoca della famiglia 'fragile', sarebbe inammissibile non intervenire a scuola. Considerando che pure un grande come Van Gogh sosteneva che dire una cosa bene è altrettanto difficile che dipingerla. 
mikcucuzza@gmail.com

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Traffico illecito di rifiuti nel Frusinate, 5 arresti e sequestri

Traffico illecito di rifiuti nel Frusinate, 5 arresti e sequestri

Frosinone, 28 gen. (askanews) - Una enorme discarica abusiva in una cava è stata scoperta a Ferentino nel Frusinate. Polizia e Carabinieri hanno arrestato cinque persone per traffico illecito di rifiuti, smaltimento illecito di rifiuti, gestione di discarica abusiva, combustione illecita di rifiuti. Posta sotto sequestro anche la cava e 29 automezzi, in cui venivano sversati rifiuti sia ...

 
L'abbattimento dei pulcini vietato in Francia dal prossimo anno

L'abbattimento dei pulcini vietato in Francia dal prossimo anno

Parigi, 28 gen. (askanews) - L'abbattimento dei pulcini e la castrazione di maialini vivi saranno vietate alla fine del 2021 in Francia. Le due pratiche, molto controverse, utilizzate nell'allevamento, sono finite al centro delle politiche del Paese, come annuncia il Ministro dell'agricoltura francese, Didier Guillaume, in occasione di una conferenza stampa sul benessere degli animali. "Volevamo ...

 
Afghanistan, capo Cia dietro omicidio Soleimani morto in schianto

Afghanistan, capo Cia dietro omicidio Soleimani morto in schianto

Kabul, 28 gen. (askanews) - Tra le vittime dell'aereo caduto ieri in territorio talebano a Ghazni, in Afghanistan, ci sarebbe anche una figura dio spicco della Cia. Si tratta di Michael D'Andrea, capo delle operazioni della forza d'intelligence americana in Iraq, Iran e Afghanistan, ritenuto responsabile della missione per uccidere il generale iraniano Qassem Soleimani. Lo riferisce il sito ...

 
Il 29 marzo si terrà il referendum sul taglio dei parlamentari

Il 29 marzo si terrà il referendum sul taglio dei parlamentari

Roma, 28 gen. (askanews) - Il governo ha deciso: il 29 marzo 2020 si terrà il referendum sulla riforma costituzionale approvata dal Parlamento che taglia il numero dei parlamentari. "Sarà una grande pagina di democrazia", ha scritto su Facebook il sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio, Riccardo Fraccaro (M5s), ricordando di avere "ascoltato per oltre trent'anni i partiti ...

 
Grande Fratello Vip, Wanda Nara in completo latex nero alla corte di Alfonso Signorini

Televisione

Grande Fratello Vip, Wanda Nara in completo latex nero alla corte di Alfonso Signorini

Wanda Nara ha scelto un vestito in latex nero per la puntata di lunedì 27 gennaio del Grande Fratello Vip. Pantaloni strettissimi, body e una giacca grigia. Ovviamente scarpe ...

28.01.2020

Video Ormai è ufficiale, Alessia Marcuzzi ha un nuovo amore. Lei e Brownie ormai sono inseparabili

Social

Video Ormai è ufficiale, Alessia Marcuzzi ha un nuovo amore. Lei e Brownie ormai sono inseparabili

Ormai è ufficiale: Alessia Marcuzzi ha un nuovo e grande amore. E' non si tratta di un altro uomo. E' il suo barboncino toy, Brownie. La presentatrice televisiva, modella e ...

28.01.2020

Wanda Nara, vestito rosso esalta lato B e generose curve. Foto all'ingresso della sua... casa super lusso

Social

Wanda Nara, vestito rosso esalta lato B e generose curve. Foto all'ingresso della sua... casa super lusso

Il Regina Hotel Baglioni ormai è la casa a Roma di Wanda Nara, impegnata lunedì 27 gennaio con il Grande Fratello Vip 2020 presentato da Alfonso Signorini, dove ricopre il ...

28.01.2020