Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Scende la disoccupazione nei Paesi Ue con l'euro

Sergio Casagrande
  • a
  • a
  • a

Nel giorno in cui l'Istat tivela che in Italia la disoccupazione giovanile continua ad aumentare, si scopre che il tasso di disoccupazione generale nell'eurozona è sceso a dicembre 2016al 9,6% dal 9,7% di novembre. Nello stesso mese del 2015, la disoccupazione era invece al 1',5%. Lo rileva l'Eurostat, segnalando che si tratta del valore minimo toccato dall'indicatore da maggio del 2009. Nell'Ue a 28, il tasso di disoccupazione è invece rimasto stabile all'8,2% rispetto a novembre, segnando un calo rispetto al 9% del dicembre 2015. A livello europeo, i Paesi col tasso di disoccupazione più alto risultano essere la Grecia (23% a ottobre 2016) e la Spagna (18,4% a dicembre), mentre i tassi più bassi sono quelli della Repubblica Ceca (3,5%) e della Germania (3,9%). L'Italia - lo conferma, quindi, anche l'Eurostat - si posiziona ai primi posti per disoccupazione giovanile (40,1% a dicembre), insieme alla Spagna (42,9%) e alla Grecia (44,1% a ottobre).