Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

A Rieti spesi 162 milioni per beni durevoli, diminuiscono le spese per le auto

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

A Rieti spesi 162 milioni per beni durevoli, diminuiscono le spese per le auto. Secondo l'Osservatorio Findomestic, nel 2019, i consumi di beni durevoli nella Regione Lazio sono aumentati dell'1% grazie agli acquisti di auto nuove e mobili (entrambi +2%) che hanno compensato il calo del settore tecnologico. Tra le province Roma è l'unica in crescita (+1,7%) e rappresenta il 77,5% dei consumi totali del Lazio. Nel 2019 la spesa per beni durevoli nel Lazio ha raggiunto i 6 miliardi e 646 milioni di euro (seconda solo alla Lombardia che ha superato i 14 miliardi) con una crescita dell'1% sul 2018, quasi in linea con la media nazionale (+1,3%). L'Osservatorio dei Consumi Findomestic, realizzato in collaborazione con Prometeia, che delinea l'andamento del mercato dei beni durevoli nel Lazio, ha evidenziato come auto nuove (1,729 miliardi di euro di spesa) e mobili (1,458 miliardi di euro) abbiano trainato la crescita regionale dei durevoli (+2% per entrambi i segmenti) bilanciando la flessione registrata dalle auto usate (1,989 miliardi di euro, -0,5% rispetto al 2018) e dall'intero comparto tecnologico: elettronica di consumo (-5,9%, 159 milioni di euro di spesa totale), information technology (-4%, 172 milioni di euro) e telefonia (-3,3% per 525 milioni spesi nel 2019). I motoveicoli, pur con una quota inferiore (185 milioni di euro) rispetto agli altri segmenti del settore mobilità, hanno registrato un incremento del 18,2% di spesa rispetto al 2018 così come gli elettrodomestici, che valgono 428 milioni di euro, sono risultati in crescita del 4,7%.    “Il Lazio - commenta Claudio Bardazzi, responsabile dell'Osservatorio Findomestic – è una delle regioni italiane in cui i trend economici sono rimasti stabili nel 2019, un dato che si riflette positivamente anche sul mercato dei beni durevoli. Dopo 10 anni di crescita anche nel Lazio la telefonia ha sofferto, come in tutto il Paese, per la saturazione del mercato, l'assenza di novità tecnologiche rilevanti e l'avvento del 5G che ha reso attendisti i consumatori più attenti. I dati del settore tecnologico sono stati tuttavia bilanciati dalle performance dei comparti mobilità e casa che hanno invece contribuito alla crescita del mercato dei beni durevoli in regione". Rieti è la provincia con la spesa più bassa in beni durevoli di tutta la regione: 162 milioni nel 2019, l'1,3% in meno rispetto al 2018. I reatini hanno impiegato 39 milioni di euro complessivi per acquistare auto nuove, il 4% in meno rispetto al 2018, ma valgono di più le auto usate (48 milioni di euro) in crescita dell'1,2% nel confronto con l'anno precedente. Rieti è l'unica provincia laziale che ha visto una diminuzione degli acquisti di motoveicoli (-3,6%) per una spesa di appena due milioni di euro. Elettrodomestici e mobili crescono rispettivamente del 4,5% (11 milioni di euro) e dello 0,9% (40 milioni di euro), mentre l'elettronica di consumo ha chiuso il 2019 a -7,6% sul 2018 con 4 milioni di euro di spesa e l'information technology a -5,8% (3 milioni). La telefonia a Rieti è crollata più che nelle altre province laziali (-7,5%) facendo segnare una spesa totale di 14 milioni di euro, 201 euro di media per famiglia. Nel 2019 nel Lazio sono stati finanziati attraverso il credito al consumo oltre 7 miliardi e 518 milioni di euro, un valore in aumento del 4,2% rispetto all'anno precedente. Il mercato del credito ha offerto ancora una volta un sostegno fondamentale ai consumi delle famiglie italiane in un anno, il 2019, in cui complessivamente le erogazioni di prestiti hanno raggiunto un ammontare di 71,5 miliardi. In questo scenario Findomestic si è confermata leader di mercato, erogando 10,4 miliardi di prestiti (+6,1%) e raggiungendo una quota del 14,5%.