Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Strage, caccia a un tunisino

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

Strage di Berlino. Caccia all'uomo, il killer è forse ferito ed è armato. L'uomo ricercato perché sospettato per l'attentato al mercato di Natale di Berlino, il tunisino Anis A., era noto alle agenzie di sicurezza tedesche ed era in contatto con militanti islamisti in Nord Reno-Westfalia. Lo riferisce il ministro dell'Interno dello Stato di Nord Reno-Westfalia, Ralf Jaeger, spiegando in conferenza stampa che «le agenzie di sicurezza si erano scambiate conclusioni e informazioni su questa persona con il Centro congiunto anti terrorismo a novembre del 2016». Il tunisino sospettato per l'attacco di lunedì al mercatino di Natale di Berlino aveva lasciato la Tunisia sette anni fa come migrante illegale e ha scontato quattro anni di prigione in Italia perché accusato per un incendio in una scuola. Lo riferisce il padre alla radio tunisina Mosaique FM, aggiungendo che il giovane si era recato in Germania più di un anno fa. L'emittente, citando fonti della sicurezza, identifica il giovane come Anis Amri, nato il 22 dicembre del 1992 e originario della regione di El Oueslatia, nel governatorato di Kairouan.  Sempre secondo Mosaique FM, il padre del ricercato aggiunge che Anis è in contatto con i suoi fratelli, ma che non ha mai contattato lui. L'emittente riporta che il sospettato ha dei precedenti con la giustizia e che è ricercato dalla polizia di El Oueslatia, nonché che è stato condannato in contumacia a cinque anni di prigione per furto con l'aggravante della violenza. Le stesse fonti aggiungono che è in corso un'indagine per determinare eventuali legami con l'Isis.