Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, angeli in moto a Montebuono per aiutare i malati di sclerosi multipla

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Coronavirus, angeli in moto a Montebuono per aiutare i malati di sclerosi multipla. Arrivano su una due ruote gli “angeli" che, in questo periodo ancor più difficile per chi soffre di una patologia importante, portano il loro sostegno ai malati di sclerosi multipla. Sono gli "Angeli in moto" operativi in tutta Italia e anche nel reatino. A raccontare della loro attività e Fiorenzo Francioli, impegnato in prima linea come  altri bikers del gruppo motociclistico "Sabinacci" di Montebuono che operano in provincia di Rieti "L'idea è nata nel 2015 per iniziativa di Sara Feliciangeli, responsabile del settore Sociale del gruppo Hp Bikers Team di Roma. È un servizio di solidarietà attiva e concreta, dalla passione per la moto alla collaborazione per un servizio: consegnare i medicinali di cui periodicamente una persona affetta dalla patologia necessita. Il motto di Angeli in Moto è: da soli si va veloci, ma insieme si va più lontano. Il servizio è nato in collaborazione con l'associazione italiana sclerosi multipla,  ed è rivolto principalmente alle persone non più in grado di uscire e spostarsi in maniera autonoma. I volontari in sella alle loro moto ritirano i farmaci presso le Asl e le farmacie ospedaliere e li consegnano a domicilio". Per approfondire leggi anche: Coronavirus, pasticcerie reatine sull'orlo del baratro "Ora il coronavirus è un'emergenza nell'emergenza che sta lasciando sole le persone più fragili - prosegue Francioli - È un momento difficile per tutti e le persone con sclerosi multipla sono colpite due volte dalla crisi sanitaria e sociale scatenata dal covid-19, perché nella fase di emergenza vengono meno le risposte di cura, di assistenza, di supporto, e perché a causa della fragilità del sistema immunitario, devono adottare ancora più cautele. Stiamo cercando altri volontari per poter far crescere il servizio, il mio invito è aperto a tutti, per dare sostegno anche a chi non possiamo, in questo momento per rispondere come vorremmo, perché cresce ogni giorno l'urgenza di portare a sempre più persone il nostro aiuto. C'è necessità della collaborazione di chiunque possa darla, senza colori: una sola famiglia biker per il volontariato. Per chi volesse unirsi al gruppo può telefonare al 3296504406 o scrivere a fiorenzo@sabinacci.it o aismrieti@aism.it".