Kaspersky, soluzioni di cybersecurity gratuite per le organizzazioni sanitarie impegnate nella battaglia contro il COVID-19

comunicati

Kaspersky, soluzioni di cybersecurity gratuite per le organizzazioni sanitarie impegnate nella battaglia contro il COVID-19

26.03.2020 - 11:45

0

(Milano 26 marzo 2020) - Milano, 26 marzo 2020

Kaspersky ha annunciato di aver reso disponibili in modo gratuito le sue principali soluzioni di sicurezza informatica a livello degli endpoint per tutte le organizzazioni sanitarie, in modo da aiutarle a rimanere protette anche dal punto di vista informatico nel corso della pandemia da Coronavirus. Tra le soluzioni di cybersecurity B2B messe a disposizione gratuitamente per un periodo di 6 mesi: Kaspersky Endpoint Security Cloud Plus, Kaspersky Security for Microsoft Office 365, Kaspersky Endpoint Security for Business Advanced e Kaspersky Hybrid Cloud Security.

Garantire la continuità delle operazioni e la protezione dei dati è sempre importante per le organizzazioni sanitarie, ma diventa davvero fondamentale soprattutto in questo particolare momento storico, che vede il sistema sanitario messo a dura prova a causa della pressione e della necessità di mobilitare tutte le forze possibili per aiutare e soccorrere le persone colpite dall’emergenza Coronavirus. Gli ospedali e le istituzioni sanitarie devono garantire il costante funzionamento delle attrezzature mediche e la disponibilità immediata dei dati dei pazienti per il personale, proteggendo, nello stesso tempo, la privacy delle informazioni critiche delle persone.

Per aiutare le organizzazioni sanitarie a fronteggiare questa situazione di emergenza senza precedenti e per dare un aiuto alle istituzioni nel mitigare rischi che, anche a livello di sicurezza informatica, possono insorgere in questo periodo, Kaspersky ha deciso di rendere disponibili in modo gratuito alcune soluzioni di sicurezza B2B. Tra queste, alcune sono dedicate alla protezione degli endpoint e delle infrastrutture in cloud in generale, come Kaspersky Endpoint Security for Business Advanced e Kaspersky Hybrid Cloud Security, altre alla protezione degli endpoint SaaS, come Kaspersky Endpoint Security Cloud Plus, altre ancora alla protezione per Microsoft Office 365, come Kaspersky Security for Microsoft Office 365.

"In questa situazione così critica, le istituzioni sanitarie stanno lavorando in uno stato di estrema pressione, hanno un'enorme responsabilità sia nel salvare la vita delle persone, sia nel combattere giorno dopo giorno l'infezione. Medici, infermieri e tutto il personale sanitario si assumono la maggior parte dei rischi e hanno bisogno di tutto l’aiuto e il supporto possibile. Riteniamo che sia nostro preciso dovere sostenere la comunità medica", ha dichiarato Morten Lehn, General Manager Italy di Kaspersky. “Per aiutare queste organizzazioni a concentrarsi su ciò che conta di più in questo particolare momento storico, abbiamo deciso di offrire loro licenze gratuite dei principali prodotti aziendali Kaspersky per un periodo di sei mesi”.

Parallelamente a questa iniziativa, Kaspersky suggerisce anche una serie di “best practice” che le istituzioni sanitarie dovrebbero comunque mettere in atto per essere protette anche dal punto di vista della sicurezza informatica:

1. In questo momento è importante fare una verifica per quanto riguarda le soluzioni di protezione informatica in uso nelle varie organizzazioni sanitarie: bisogna verificare che siano aggiornate, configurate in modo corretto e operative su tutti i dispositivi in uso ai dipendenti. Attivare un firewall consente di proteggere i sistemi dalle minacce che arrivano dal Web. Le soluzioni di sicurezza informatica dovrebbe consentire, in primo luogo, la protezione dagli attacchi ransomware, una delle minacce più comuni per le organizzazioni che operano in ambito sanitario.

2. Assicurarsi che tutti i dispositivi medici specifici, come i ventilatori, ad esempio, siano correttamente configurati e aggiornati. Considerando la possibilità che il numero di questi dispositivi aumenti rapidamente, è importante sviluppare anche una procedura dedicata per l’installazione e la configurazione rapida di tutti i nuovi dispositivi.

3. Alcuni ospedali stanno assumendo con grande rapidità nuovo personale, producendo un conseguente aumento del numero di endpoint attivi, compresi anche i dispositivi personali dei nuovi dipendenti. Questa tendenza può portare con sé un potenziale rischio anche a livello di visibilità e controllo dell’infrastruttura IT aziendale; per questo motivo, i responsabili dei servizi IT dovrebbero prestare particolare attenzione alla protezione di questi nuovi dispositivi. È meglio avere soluzioni di sicurezza, policy e licenze disponibili in anticipo, piuttosto che trovarsi a doverli aggiungere ai singoli nuovi dispositivi solo quando diventa necessario.

4. Assicurarsi che la soluzione di sicurezza informatica in uso consenta l'acquisto di un numero sufficiente di licenze per il numero di dispositivi in crescita.

Informazioni più dettagliate sull'offerta di Kaspersky e sulla sua effettiva disponibilità sono sul blog aziendale di Kaspersky; in alternativa, è possibile contattare direttamente l’azienda all’indirizzo email sales.corporate@kaspersky.it o i suoi reseller.

Informazioni su Kaspersky

Kaspersky è un’azienda di sicurezza informatica che opera a livello globale fondata nel 1997. La profonda competenza di Kaspersky in materia di threat intelligence e sicurezza si trasforma costantemente in soluzioni e servizi innovativi per proteggere le aziende, le infrastrutture critiche, i governi e gli utenti di tutto il mondo. L'ampio portfolio di soluzioni di sicurezza dell'azienda include la protezione degli Endpoint leader di settore e una serie di soluzioni e servizi specializzati per combattere le minacce digitali sofisticate e in continua evoluzione. Più di 400 milioni di utenti sono protetti dalle tecnologie di Kaspersky e aiutiamo 270.000 clienti aziendali a proteggere ciò che è per loro più importante. Per ulteriori informazioni: www.kaspersky.com/it

Seguici su:

https://twitter.com/KasperskyLabIT

http://www.facebook.com/kasperskylabitalia

https://www.linkedin.com/company/kaspersky-lab-italia

https://www.instagram.com/kasperskylabitalia/

Contatto di redazione:

kaspersky@noesis.net

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Coronavirus, positivo vicario del Papa di Roma card. De Donatis

Coronavirus, positivo vicario del Papa di Roma card. De Donatis

Roma, 31 mar. (askanews) - Il cardinale Angelo De Donatis, vicario del Papa per la diocesi di Roma, è risultato positivo al coronavirus. E' il primo porporato ad essere contagiato dal Covid-19. Il cardinale ha la febbre, ma le sue condizioni generali sono buone, e ha iniziato una terapia antivirale. Si trova all'Ospedale Gemelli e i suoi più stretti collaboratori sono in autoisolamento in via ...

 
Coronavirus e fake news, tutorial dell'Enpa sugli amici a 4 zampe

Coronavirus e fake news, tutorial dell'Enpa sugli amici a 4 zampe

Roma, 31 mar. (askanews) - Gli animali domestici sono contagiosi? E' in atto un boom di abbandoni? Dobbiamo pulire le zampe dopo la passeggiata? E ancora dobbiamo fare più spesso il bagno ai nostri animali di casa? In questi giorni sono girate parecchie fake news, non ultima la necessità di lavare le zampette ai cani con la candeggina (pessima idea!). Si tratta di informazioni che possono essere ...

 
Coronavirus a Monaco:sanificazione strade, casinò e parchi chiusi

Coronavirus a Monaco:sanificazione strade, casinò e parchi chiusi

Roma, 31 mar. (askanews) - Il principe Alberto di Monaco è stato il primo capo di Stato a risultare positivo al coronavirus. Nel principato vige una quarantena simile a quella italiana: chiusi negozi, chiusi parchi, aperti solo supermercati e farmacie. Prolungata la chiusura anche del Casinò di Montecarlo fino al 15 aprile. Queste le code in uno dei supermercati principali di Monaco, mentre i bus ...

 
Reunion a distanza per i Backstreet Boys, cantano "I want it that way"

Reunion a distanza per i Backstreet Boys, cantano "I want it that way"

(Agenzia Vista) USA, 31 marzo 2020 Reunion a distanza per i Backstreet Boys, cantano "I want it that way" I membri della storica boy band degli anni 90 hanno cantato, ognuno da casa sua, il brano "I want it that way" prendendo così parte al Living Room Concert for America / fonte Twitter. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Grande Fratello vip 4, lo sfogo di Teresanna Pugliese nella notte: "Quanta ipocrisia nella Casa" Video

Reality

Grande Fratello vip 4, lo sfogo di Teresanna Pugliese nella notte: "Quanta ipocrisia nella Casa" Video

Grande Fratello Vip 4 verso la conclusione dell'8 aprile. In attesa della puntata di domani, 1 aprile 2020 in onda su Canale 5, nella notte Teresanna Pugliese, si confida ...

31.03.2020

Belen Rodriguez, foto super sexy su Instagram sognando il dopo Coronavirus: "Resteranno le cose essenziali"

Social

Belen Rodriguez, foto super sexy su Instagram sognando il dopo Coronavirus: "Resteranno le cose essenziali"

Voglia di mare, voglia di superare la quarantena da Coronavirus, voglia di tornare alla vita di tutti i giorni. Forse si spiegano anche così le foto in costume da bagno che ...

31.03.2020

Stasera in tv: programmi e film martedì 31 marzo 2020: da Harry Potter a Pechino Express a Musica che unisce

Televisione

Stasera in tv: programmi e film martedì 31 marzo 2020: da Harry Potter a Pechino Express a Musica che unisce

Cosa vedere stasera in tv, martedì 31 marzo 2020. Programmi e film di primo pianto nell'offerta televisiva delle varie reti. Segnaliamo "Musica che unisce" su Rai Uno e ...

31.03.2020