Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sisma 2016, aperto il cantiere per il ponte a tre occhi e per la curva di accesso ad Amatrice

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Sisma 2016, aperto il cantiere per il ponte a tre occhi e per la curva di accesso ad Amatrice. I cantieri nell'area del cratere, dopo lo stop dettato dell'emergenza epidemiologica, stanno ripartendo. Il 27 maggio è stata consegnata la documentazione per l'apertura del cantiere i cui lavori  permetteranno la sistemazione e la messa in sicurezza del Ponte a Tre Occhi ad Amatrice. L'intervento è seguito direttamente dalla direzione lavori pubblici della Regione Lazio e prevede la sistemazione dei 900 metri di asfalto e la messa in sicurezza delle arcate portanti, sanando completamente i danni causati dalle scosse del 2016. I lavori dureranno 7 mesi con una spesa complessiva di circa 2 milioni di euro. Pochi giorni fa, inoltre, si è aperto un altro cantiere ad Amatrice, e riguarda la strada di ingresso a Corso Umberto I. I lavori fanno parte del primo stralcio delle opere Anas per la ricostruzione e sono direttamente seguiti da Astral. In questo caso l'importo stanziato è di circa 1,3 milioni di euro e si prevede la fine dell'intervento tra 6 mesi. Questo cantiere, come quello del Ponte, ha un alto valore non solo logistico ma anche simbolico. Entrambi sono due luoghi per l'accesso ad Amatrice, uno come nodo viario, l'altro come porta di ingresso al corso principale. Non ultimo, le attività cantieristiche hanno una ricaduta occupazionale. Per approfondire leggi anche: Agevolazioni per le start up del cratere "L'apertura di questi due cantieri è il segno evidente che la ricostruzione prosegue. Certamente la strada da percorrere è ancora lunga ma la programmazione che abbiamo messo in campo indica l'avvio di nuovi cantieri nell'area del cratere nei prossimi mesi. Da parte nostra seguiremo e monitoreremo l'andamento dei lavori con una presenza costante sul territorio e sarò personalmente presente la prossima settimana per un sopralluogo per verificare lo stato di avanzamento”, dice Claudio Di Berardino, assessore al Lavoro e Politiche per la ricostruzione della Regione Lazio.