Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

A Pasqua l'impatto della stazione spaziale cinese con la Terra

Mauro Barzagna
  • a
  • a
  • a

E' dello 0,2 per cento la possibilità che uno o più frammenti della stazione spaziale cinese Tiangong-1 possano cadere sul territorio italiano. Sulla base degli ultimi dati forniti dalla Agenzia Spaziale Italiana (Asi) durante l'incontro del tavolo tecnico che si è riunito nel pomeriggio di sabato 31 marzo nella sede del Dipartimento della Protezione Civile, si stima il rientro in atmosfera per le 21 ddi domenica 1 aprile, ma il dato è soggetto a variazioni in funzione dell'evoluzione del flusso solare e delle tempeste geomagnetiche, tanto che gli esperti danno una finestra di possibile anticipo o posticipo del rientro che arriva a 11 ore. All'interno di questo arco temporale, le finestre di interesse per l'Italia, al momento riguardano il potenziale coinvolgimento delle regioni Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Umbria, Abruzzo, Molise, Lazio, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna.