Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ignazio Marino condannato in appello a 2 anni

Ignazio Marino

Riccardo Regi
  • a
  • a
  • a

Ignazio Marino, ex sindaco di Roma, è stato condannato nel processo d'appello per la vicenda degli scontrini a due anni di reclusione. In primo grado era stato assolto. E' accusato di peculato e falso. Nel giudizio il Comune si è costituito parte civile. La Procura generale chiedeva per il chirurgo la condanna a due anni e mezzo per il caso delle cene pagate con la carta di credito del Campidoglio e l'assoluzione dall'accusa di truffa per la vicenda della onlus. Accompagnato dai suoi legali, Marino ha lasciato gli uffici del tribunale capitolino scuro in volto. Nel dettaglio è stata riconosciuta la responsabilità penale dell'ex primo cittadino in relazione a una cinquantina di cene che sarebbero state pagate con la carta di credito del Campidoglio. Marino ha avuto come pena accessoria il riconoscimento delle spese legali sostenute dal Comune.