Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

"Schettino fu imprudente e negligente"

Riccardo Regi
  • a
  • a
  • a

Resa nota la motivazione della sentenza della Cassazione sul caso del naufragio della nave criciera Concordia del 13 gennaio 2012 in cui morirono 32 persone: Francesco Schettino non osservò il "livello di diligenza, prudenza e perizia oggettivamente dovuto ed esigibile". Schettino, ricordiamo, è condannato a 16 anni di carcere.