Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Terminillo, Reinhold  Messner: "I nuovi impianti? Così si sacrifica la natura"

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Terminillo, Reinhold  Messner: "I nuovi impianti? Così si sacrifica la natura". Il dibattito sul progetto Tsm2 si fa sempre più infuocato. L'8 giugno è intervenuto sulla questione anche Reinhold Messner nella sua rubrica "L'Avventuroso" sulla Gazzetta dello Sport. Per approfondire leggi anche: Ambientalisti: "Il progetto del Terminillo è fallimentare" "Sia in Himalaya sia in Amazzonia avviene quello che, in altri modi, è stato fatto in passato e continua a essere fatto anche oggi sulle nostre montagne: sacrificare la natura pensando a ritorni immediati, senza guardare alle conseguenze a lungo termine. Ma i progetti che vengono finanziati sono sempre dello stesso tenore, sulle Alpi come sugli Appennini. Ancora consumo di territorio. Milioni di euro investiti per costruire nuovi impianti, sacrificando ettari di bosco in zone in teoria tutelate, come si vuol fare sul Terminillo. E questo anche se le statistiche dicono che sulla montagna del Lazio (alta 2217 metri) da decenni i giorni realmente utilizzabili per lo sci continuano inesorabilmente a diminuire. Come in calo è, in generale, il turismo legato allo sci alpino. Un calo che la pandemia aggraverà. A crescere sarà lo scialpinismo. Ma si stanziano soldi pubblici per costruire o allargare piste”, si legge nell'articolo del celebre alpinista.