Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti Covid, premiati gli operatori sanitari in prima linea. Cerimonia alla Asl | Foto

  • a
  • a
  • a

Questa mattina, lunedì 19 luglio, si è svolta, presso l’Aula Magna della Asl di Rieti, una cerimonia nella quale la Regione Lazio e l’Azienda Sanitaria Locale di Rieti hanno voluto ringraziare tutti gli operatori sanitari per l’impegno profuso nei mesi più duri della pandemia.  Durante la cerimonia, che si è svolta alla presenza dell’assessore alla Sanità e all’Integrazione Socio Sanitaria del Lazio Alessio D’Amato e del direttore generale della Asl di Rieti Marinella D’Innocenzo, sono stati consegnati gli attestati di benemerenza e una targa commemorativa.   Sono stati 770 i professionisti che, a vario titolo, sono stati premiati per il lavoro svolto in Ospedale e sul territorio senza soluzione di continuità, da febbraio 2020 ad oggi

 

In questo anno e mezzo la Asl di Rieti ha riconvertito l’ospedale provinciale per accogliere i pazienti covid19 più gravi, aperto quattro reparti Covid, una seconda terapia intensiva, avviato percorsi facilitati per pazienti fragili per mantenere la continuità delle cure. "Abbiamo eseguito oltre 100.000 tamponi e tracciato migliaia di cittadini, trasformato due case di riposo private in Covid Hospital, aperto un Covid Hotel, attivato 6 hub vaccinali, vaccinato 146.000 mila cittadini e portato la vaccinazione anche nei comuni più distanti dal capoluogo. Un lavoro straordinario che ha consentito di contenere la pandemia e salvare tante vite", si legge nella nota della Asl.

 

   
Emozionante il momento in cui il Direttore Generale della Asl di Rieti Marinella D’Innocenzo ha voluto ricordare, con un minuto di silenzio, le vittime del Covid19
“I riconoscimenti che consegniamo oggi – ha spiegato l’Assessore alla Sanità del Lazio Alessio D’Amato - sono un piccolo gesto di gratitudine per un lavoro enorme, fatto di sacrificio, professionalità e spirito di servizio. Il nostro Sistema Sanitario Regionale ha risposto bene durante la Pandemia e sta riuscendo ad adeguarsi ai cambiamenti; questo è stato ed è possibile grazie alle donne e agli uomini che ogni giorno lavorano per garantire la sicurezza dei cittadini. Quello di oggi è modo per dire grazie a tutte le persone che, con grande impegno ed enormi rinunce, hanno reso e stanno rendendo alla collettività un servizio impagabile. Ora bisogna proseguire nella vaccinazione di tutte le fasce di età che è l'unica arma per sconfiggere il virus”.  "E’ stato un anno e mezzo difficile – ha sottolineato il Direttore Generale della Asl di Rieti Marinella D’Innocenzo - vissuto in prima linea nella lotta al coronavirus. Abbiamo lavorato giorno e notte per mettere in sicurezza gli operatori e consentire così di garantire cure efficaci alle persone affette dal Covid19 e a tutti i cittadini bisognosi di assistenza. Questa giornata è dedicata a tutti i nostri professionisti, perché senza di loro non avremmo mai raggiunto i risultati sperati. Professionalità, dedizione al lavoro, sensibilità ed empatia, sono state le armi vincenti che continueremo ad utilizzare per sconfiggere il virus”.